ACQUAPENDENTE – Statistiche solo ed unicamente da incorniciare (28 punti in 13 gare frutto di 8 vittorie, 4 pareggi ed 1 sconfitta, 26 reti realizzate e 13 subite per una differenza altamente positiva di +13) lanciano in orbita nel Girone A del Campionato di Seconda Categoria la Virtus Acquapendente. Ed il meglio, onestamente, deve ancora avvenire. Se infatti il Comitato laziale Figc rigetterà il reclamo della Querciaiola ratificando conseguentemente il risultato ottenuto sul campo (1-0 per la Virtus), gli alto viterbesi si troverebbero solo soletti primi in classifica. Con due punti di vantaggio sulla Virtus Pilastro. Alle parole raggianti del Presidentissimo Bruno Bacchi “Stiamo disputando un Campionato eccezionale”, fanno eco a metà pomeriggio di Martedì le parole del Tecnico Claudio Belli, a cui spetta una disamina di questa prima trance della stagione calcistica 2014-2015. “Ho la fortuna”, sottolinea il Tecnico, “di allenare un gruppo di ragazzi aquesiani davvero strepitosi per impegno e abnegazione al lavoro. E se dal Comitato ci ratificheranno i tre punti posso onestamente e senza mezzi termini sottolineare che ci meritiamo ampiamente il primo posto in graduatoria. In un Campionato in cui onestamente non partivamo ai nastri di partenza tra le formazioni favorite, siamo cresciuti pian pianino, consapevoli della nostre qualità tattico-tecniche. Abbiamo superato già alcuni esami impegnativi, disbrigando davvero bene gare contro squadre agguerrite e che soprattutto hanno investito anche a livello economico molto più di noi per approdare alla Categoria superiore. E di questo ne vado immensamente fiero ed orgoglioso.

 

Non ci resta che continuare per questa strada confermandoci su prestazioni di livello ed affermando le nostre peculiarità. Il lavoro impostato assieme ad i ragazzi ad inizio stagione stà dando i propri frutti. Facciamo infatti davvero bene contro tutto e contro tutti. Sia tra le mura amiche del Boario che su campi esterni che presentano numerosi insidie di tutti i tipi. E vedere che tutti danno il massimo è per me massimamente gratificante. Non posso dimenticare tutto quello che c’è dietro la parte prettamente tattico-tecnica che spetta ad un gruppo come nostro motivato solo esclusivamente ed unicamente nel disputare gare per la passione verso questo sport con 0 ritorno economico. E cioè una Società positiva, preparata, intelligente, motivata. A partire dal Presidente fino ai Dirigenti riescono quotidianamente a curare nei minimi particolari tutto quanto fa logistica”. Il Calendario, almeno sulla carta, sembra sorridere al team. Nel giro di quindici giorni disputerà due gara casalinghe consecutive contro Grotte Santo Stefano e Tarkna 2007 che a causa di risultati eccessivamente altalenanti navigano nelle parti medio basse della classifica (rispettivamente decimo e quattordicesimo posto graduatoria). Guai comunque, secondo Claudio, abbassare la guardia. “Tutte le gare hanno una loro storia specifica”, sottolinea, “e se non preparate durante gli allenamenti nella maniera giusta possono nascondere più di una insidia. Spoggettate le festività di fine ed inizio anno, in questa prime giornate del 2015 ho avuto buone sensazioni. Seppur nel pareggio di Canepina abbiamo forse commesso qualche ingenuinità di troppo dovuta anche ad un ripresa un po’ lenta dal punto di vista fisico dopo la pausa, già a Montefiascone abbiamo effettuato innegabili passi avanti. Che possono fungere da vera e propria “cartina di tornasole” per il futuro”.

Commenta con il tuo account Facebook