ACQUAPENDENTE – A poche ore dalla gara casalinga contro il Tarkna 2007 valida per la sedicesima giornata del Campionato di Seconda Categoria Girone A, la Virtus Acquapendente aggancia la Virtus Pilastro in vetta alla classifica. A ratificare i tre punti il Comitato Regionale Lazio con comunicato 143 del 22 Gennaio 2015 che respinge il reclamo della Querciaiola, infliggendo ai viterbesi la sconfitta per 3-0 a tavolino in merito alla gara disputata proprio contro la stessa Virtus. Il Comitato affidandosi alla rapporto di gara consegnato dall’ stesso arbitro ratifica infatti che “al 44° del secondo tempo, a seguito la convalida di una rete realizzata dalla Società Virtus Acquapendente lo stesso arbitro veniva accerchiato da alcuni calciatori della Società Querciaiola e successivamente spintonato”.

 

Ratificando lo stesso arbitro l’espulsione di ben cinque giocatori, il Comitato non può che annunciare che “la gara è stata sospesa al 44° del secondo tempo per mancanza del numero minimo regolamentare fissato dalla regola 3 del Regolamento del Giuoco del Calcio”. In coincidenza con l’inizio del Girone di ritorno, la Virtus si appresta quindi a realizzare un testa a testa con la Virtus Pilastro. Società che, rispetto a quella aquesiana totalmente a costo zero, ha investito pesantemente sul mercato tanto da essere inserita tra le più papabili alla vittoria finale. L’approccio vetta arriva per i ragazzi del Presidentissimo con statistiche di lusso. 32 punti incamerati in 15 gare disputate (10 vittorie, 2 pareggi, 3 sconfitte), 32 reti realizzate e 16 subite per un saldo positivo di +16.

Commenta con il tuo account Facebook