CIVITA CASTELLANA – Si è conclusa 2-1 per l’Asd Cynthia la trasferta a Genzano della Flaminia Civita Castellana. L’inizio è stato buono, con i rossoblù del tecnico Vigna in vantaggio 1-0. Poi nel secondo tempo la Flaminia ha perso concentrazione e i padroni di casa hanno approfittato della situazione per riguadagnare terreno e alla fine imporsi 2-1. Una sconfitta che brucia per la squadra e per tutta la società, che dopo la bella vittoria di domenica scorsa contro l’Arzachena era partita alla volta di Genzano con l’intento di ottenere un risultato favorevole.

 

Una sconfitta, che anche se dettata da un calo di concentrazione, per il tecnico Vigna è immeritata, frutto di scelte arbitrali abbastanza discutibili. “Il primo tempo è stato abbastanza positivo per noi, eravamo in vantaggio 1-0, poi scelte arbitrali abbastanza discutibili e l’infortunio di Marvelli ha portato l’Asd Cynthia al pareggio. C’è stata in seguito un’altra occasione gol per noi con il palo di Cardillo ma poi un’azione di rimessa da parte dei padroni di casa li ha portati a segnare il gol del 2-1. Dispiace non essere tornati a casa con un risultato positivo, purtroppo oggi abbiamo perso tre punti ingiustamente. La delusione più grande è infatti il risultato: non abbiamo giocato male sotto l’aspetto tattico e non meritavamo di perdere. Ma ci sono stati anche dei cali di concentrazione da parte della squadra che hanno portato a questo risultato. Continueremo a lavorare per crescere, facendo il massimo in campo”.

 

C’è rammarico anche da parte del presidente Roberto Ciappici: “Abbiamo fatto un buon lavoro in allenamento nelle ultime settimane, e questo si è visto nel primo tempo nel quale abbiamo giocato bene, segnando il vantaggio dell’1-0. Poi nel secondo tempo qualcosa ha iniziato ad andare storto, c’è stato un calo di concentrazione, che ci ha portato a prendere due gol in tre minuti, e scelte arbitrali poco favorevoli ci hanno condotto a questo risultato. Sono dispiaciuto, il nostro intento era dare un seguito alla bella vittoria in casa di domenica scorsa contro l’Arzachena, invece ci ritroviamo a tornare a casa a mani vuote. Ora il nostro obiettivo prioritario è rimboccarci di nuovo le maniche e ritornare sulla strada che avevamo intrapreso. Questo incidente di percorso ci farà comunque bene per migliorare e crescere. Dobbiamo far tesoro di questa sconfitta per poter ripartire già dalla prossima domenica”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email