“Nicola Berti facci un goool!” Questo è il coro che si è innalzato per tutta la serata del 17 ottobre sulle rive del lago di Bolsena, durante la cena di inaugurazione dell’Inter Club Grotte di Castro.

Il club, nato da poco, conta già 350 iscritti e attualmente è il secondo club del Lazio per numero di soci, una cifra importante per una realtà piccola come quella di Grotte di Castro ma che raccoglie tifosi anche nei paesi limitrofi. Tutto questo è stato possibile grazie alla tenacia del presidente Enrico Gigli che ha creduto nel progetto fin dall’inizio, aiutato e supportato dai suoi collaboratori.

L’inaugurazione è stata una festa dove i colori predominanti sono stati il nero e l’azzurro, grazie alle sciarpe, alle bandiere e agli striscioni dei partecipanti che si sono accesi quando ha fatto il suo ingresso Nicola Berti, ospite d’onore della serata.

L’indimenticabile numero 8 nerazzurro, che nel suo palmarès vanta lo scudetto dei record nella stagione 1988/89, due Coppe Uefa vinte nel 1991 e nel 1994 e la Supercoppa italiana nel 1989, ha portato tutta la sua simpatia durante un evento speciale che ha visto una grande partecipazione di soci.

Alla cena erano presenti anche Valerio Bressani, coordinatore nazionale degli Inter Club e Mauro Basilico, coordinatore degli Inter Club del Lazio che si sono dimostrati entusiasti del riscontro dei partecipanti e degli eventi organizzati dal club stesso.

La cavalcata di Nicola Berti all’Olympiastadium durante la partita di Coppa Uefa contro il Bayern Monaco ha fatto da sfondo a questa serata memorabile che come colonna sonora ha avuto ‘Pazza Inter’ e ‘C’è solo l’Inter’…

Il coordinamento dell’Inter Club Grotte di Castro ci tiene a ringraziare la bandiera neroazzurra Nicola Berti, i due coordinatori presenti e tutti i tesserati e gli invitati che hanno partecipato all’inaugurazione.