etruria

La Polisportiva Vigor Acquapendente smarrisce nel finale di stagione la “strada giusta per l’Eccellenza”.

L’insufficiente quinto posto assoluto della stagione viene parzialmente addolcito dal concetto che ogni statistica sottolinea come l’undici di Riccardo Fatone si sia ampiamente meritato di acquarteriarsi stabilmente nelle zone alte della classifica. 63 i punti conquistati in 34 gare (media di 1.8 punto a gara). 19 le vittorie (percentuale del 55,9% sul totale) con un rapporto casa-fuori sbilanciato leggermente in favore del primo (10 a 9). 6 le partite pareggiate (percentuale del 17.7% sul totale) con uno sbilanciamento in favore del fattore interno (4 a 2). Nove le gare perse (percentuale del 26..4% sul totale) con sbilanciamento i favore del fattore esterno (4 a 5). 72 le reti realizzate in totale con un leggero sbilanciamento sul fattore esterno (35 a 37) e 33 le reti subite con sbilanciamento più netto del fuori casa (12 a 21).+39 il positivissimo differenziale. Tredici i marcatori stagionali con in pool-position il bomber argentino Dante Isla Cacciavillani con 34 (14 in casa e 20 fuori casa per una percentuale d’incidenza del 47.2%). Seguono Matteo Verri con 12 (4 in casa ed 8 fuori casa per una percentuale d’incidenza del 16.6%), Manuel Saleppico con 9 (5 in casa e 4 fuori casa per una incidenza percentuale del 12,5%), Ruggero Frosinini con 4 (3 in casa ed 1 fuori casa per una incidenza percentuale del 5.5%), Lorenzo Zagarella con 3 (2 in casa ed 1 fuori casa per una incidenza percentuale del 4.1%), A quota 2 (incidenza percentuale del 2.7%) Leonardo Nuccioni (1 in casa ed 1 fuori casa) e Francesco Rotunno (tutte in casa). Ed, infine, a quota 1 (/incidenza percentuale dell’1.3%) Raffaele Bellacima (in casa), Giuliano Avola (in casa), Raffaele Bellacima (in casa), Andrea Coccetti (fuori casa), Maico Colonnelli (fuori casa), Simone Di Giacomo (in casa), Matteo Fanelli (in casa).