La prima squadra gialloverde esce indenne dalla prima trasferta sarda dell’anno andando ad impattare, sul punteggio di 4 a 4, in casa della Jasnagora C5.
Al “PalaDante” di Sestu, – scrive Alessandro Morandi – i cimini hanno disputato una partita bellissima e possono davvero tornare a Carbognano, con una prestazione eccellente e con il rammarico di non essere riusciti a prendersi la posta piena, in un match davvero dominato praticamente per tutto l’incontro.
Alla fine, per come il risultato si era clamorosamente incastrato, i gialloverdi si sono presi un pari che muove classifica ed importante all’interno della propria corsa salvezza.
C’è soddisfazione per l’ulteriore passo in avanti in termini di continuità di prestazione e nella crescita in categoria.
Una partita davvero incredibile: fin dai primi istanti del primo tempo si percepisce che gli ospiti sono venuti ben determinati in terra sarda.
Il Carbognano Ortoetruria mette sotto la Jasnagora, squadra di grande esperienza e qualità ed i padroni di casa accettano.
I gialloverdi spingono e creano tantissimo: il portiere di casa si rivela, sin da primo istante, il migliore in campo e neutralizza ogni tentativo ospite.
I viterbese colpiscono, come se non bastasse, 2 pali e la gara proprio non si scolla dallo zero a zero.
Parziale di tempo 0 a 0: strettissimo per il Carbognano Ortoetruria.
Nella ripresa succede di tutto: il match riparte come era finito nel primo tempo e gli ospiti continuano a spingere la Jasnagora nella propria area difensiva.
Dopo l’ennesimo palo e delle straordinarie parate di casa, finalmente, a 14′ effettivi dalla fine, il Carbognano Ortoetruria trova il vantaggio: è Komatsu a mettere in rete l’ottima assistenza di Bernal.
Lo 0 a 1 sveglia i sardi: Ruggiu, grandissimo giocatore, si carica i locali sulle spalle e realizza un goal eccezionale da fallo laterale.
Il pari però, non scompone minimamente gli ospiti che, sulla centrata, si riportano avanti con la rete precisa di Massimo Nunzi.
La partita si apre sul piano delle marcature: Ruggiu di nuovo, sfrutta l’unica sbavatura in marcatura dei carbognanesi e pareggia i conti ancora.
Per l’andamento del match, sembra un pari incredibile.
Gli ospiti hanno grande cuore e personalità però.
In Sardegna, con coraggio, i carbognanesi si riportano ancora una volta avanti: Bernal assiste ancora ed il dieci gialloverde Valerio Carosi realizza un gran goal per il 2 a 3.
Match infinito: nel momento decisivo, i ragazzi di casa strappano clamorosamente ribaltando il parziale sul 4 a 3.
2 reti strane, ma chiave per la Jasnagora che, per l’andamento della contesa, segnano in maniera assolutamente impensabile il vantaggio sardo.
I carbognanesi si trovano così a 4′ dalla fine a rincorrere per la prima volta: quando sembra rendersi nitida la sconfitta, i cimini, con una grande soluzione, trovano lo strameritato goal del pari con Capitan Morandi.
4 a 4 a due dalla fine.
Il finale è teso e la palla del successo capita alla coppia Bernal – Nunzi proprio nei secondi finali, ma senza esito.
Finisce 4 a 4, tanti complimenti al Carbognano Ortoetruria, punto meritato. Stretto ma sempre un gran bel punto e per di più in una trasferta dura.
Avanti così. Forza ragazzi!