"Ciro Immobile" by Nazionale Calcio (CC BY 2.0)

Un derby è sempre un derby, soprattutto a Roma, dove le mezze misure non esistono e si raggiungono picchi di emozioni ineguagliabili e un nervosismo importante. Il derby numero 152 giocato in Serie A è stato l’ennesimo compendio di vibrazioni che come sempre contraddistinguono questa partita che spesso non risente delle dinamiche del momento. Adesso, inoltre, Roma e Lazio stanno combattendo per lo stesso obiettivo in Serie A, ossia il raggiungimento di quel quarto posto necessario per qualificarsi in Champions League, si tratta dello stesso obiettivo dell’Inter e del Milan, che in questo momento sono in vantaggio in classifica. Perdere, insomma, avrebbe significato non soltanto una perdita di prestigio ma anche e soprattutto una perdita di punti nell’immediato. Tuttavia, la squadra che più aveva bisogno di punti, ossia la Lazio, è stata quella che ha avuto più fame di vittoria, ed infatti così è stato: i biancocelesti si sono imposti con un netto 3-0 che non da diritto a repliche. Per gli uomini allenati da Simone Inzaghi è stata una partita interpretata alla perfezione, nella quale il vantaggio di Felipe Caicedo all’inizio dell’incontro è stato sicuramente decisivo per lo sviluppo del match.


“Stadio Olimpico” by stefano (CC BY 2.0)

In questo momento, dunque, sebbene l’Inter sia la squadra favorita per raggiungere il quarto posto secondo le scommesse sportive, la Lazio si è rifatta sotto in questa grande bagarre per l’unico slot libero per la Champions League dell’anno scorso. Questo perché, con una partita ancora da giocare, i biancocelesti adesso si sono portati a 41 punti, ossia 3 dalla Roma e 6 dall’Inter quarta, il che lascia ancora i giochi aperti per il rush finale, soprattutto vista la situazione difficile nello spogliatoio di una Roma che va a fasi alterne e visto l’ambiente ostile all’Inter, che ha tolto la fascia da capitano ad Icardi e lo sta praticamente mettendo da parte. La vittoria nel derby ha dato quindi grande vigore alla Lazio, la quale non soltanto ha dato una grande gioia ai suoi tifosi, che aspettano questa partita con ansia tutto l’anno, ma si è anche riproposta nella lotta più importante della sua stagione, nonostante l’impegno in Coppa Italia sia altrettanto rilevante nell’economia della stagione.

Eliminata dall’Europa League dal Red Bull Salisburgo, la squadra allenata da Simone Inzaghi sta cercando di trovare un filotto vincente in campionato per conquistare quella Champions persa all’ultima giornata la stagione scorsa in casa contro l’Inter. Per poter riscattarsi definitivamente, i biancocelesti avranno dunque bisogno di inanellare una serie di vittorie. Sarà fondamentale, inoltre, lo scontro contro l’Inter in quel di San Siro il prossimo 31 marzo. I nerazzurri, rivali diretti in questa corsa a parte, avranno da loro il mordente di chi è stato al terzo posto per tanto tempo e saranno accompagnati dal loro pubblico, ma la speranza di Inzaghi è quella di vedere la miglior versione dei suoi migliori calciatori, tra tutti Milinković-Savić e lo stesso Immobile. Il campo dirà se il derby vinto sarà stato decisivo.

Commenta con il tuo account Facebook