Ancora una serata amara per la Viterbese Castrense, sconfitta al Rocchi dalla Sicula Leonzio nel recupero della prima giornata di campionato.

L’inizio della gara vede subito la Sicula Leonzio pericolosa; al 15’, infatti, Ferrini viene servito in area e, di testa, va a colpire la traversa della porta difesa da Forte.

La risposta della Viterbese arriva sei minuti più tardi con Pacilli, il cui tentativo di sorprendere Narciso con un pallonetto dal limite si spegne di poco alto.

I gialloblu prendono coraggio e, al 23’, si fanno ancora pericolosi con Saraniti, che con un bel colpo di testa su cross di Bovo costringe Narciso alla respinta in allungo.

La Sicula Leonzio sembra non voler pigiare sull’acceleratore; la Viterbese prova pertanto ad approfittarne con maggiore incisività, sfiorando il gol del vantaggio al 43’, prima con Saraniti e poi con Polidori: nello specifico, il primo si vede respingere il tiro dal muro difensivo ospite, mentre il secondo, avventatosi sulla sfera vacante, si vede ribattere la conclusione, scoccata a pochi metri dalla porta, dall’estremo difensore avversario.

Nella ripresa ci si attende una Viterbese pronta a concretizzare, ma a passare in vantaggio (al 6’) è la Sicula Leonzio con Aquilanti, bravo nel farsi trovare pronto e a spingere in rete un pallone filtrato sul secondo a seguito di un’azione d’angolo.

I padroni di casa reagiscono subito e, al 10’, pareggiano i conti con Baldassin, che con una potente conclusione mette fine a una mischia in area generatasi da un corner guadagnato da Saraniti.

Incassato il gol, l’allenatore della Sicula, Bianco, rivoluziona la squadra cambiando contemporaneamente ben quattro elementi; la mossa si rivela efficace, poiché proprio dal piede di uno dei nuovi entrati, Gammone, parte, dalla trequarti, un’imprendibile conclusione che fulmina Forte e che riporta avanti i siciliani.

La Viterbese prova a questo punto a rimettere in carreggiata l’incontro, ma i tentativi messi in atto non sono sufficienti ad evitare la seconda sconfitta casalinga consecutiva in due gare disputate. Per i gialloblu un inizio decisamente da dimenticare.

Massimiliano Chindemi

1 Viterbese Castrense (4-3-1-2): Forte; De Giorgi (30’ st Messina), Rinaldi, Atanasov, De Vito; Bovo (29’ st Cenciarelli), Palermo S., Baldassin; Pacilli (39’ st Zerbin); Polidori (11’ st Bismark), Saraniti. A disposizione: Micheli, Schaeper, Perri, Milillo, Otranto, Sini, Svidercoschi, Damiani. Allenatore: Lopez

2 Sicula Leonzio (4-3-3): Narciso; Talarico, Squillace (14’ st Esposito M.), Aquilanti, Esposito, Saint Maza (14’ st Ripa), Ferrini, De Rossi, Cozza (32’ st Giunta), Marano (14’ st Gammone), Gomez Taleb (14’ st Rossetti). A disposizione: Polverino, Russo, De Felice, Vitale, Palermo F.. Allenatore: Bianco

Arbitro: Colombo di Como (Di Giacinto di Teramo – Micaroni di Chieti)

Marcatori: 6’ st Aquilanti; 10’ st Baldassin; 18’ st Gammone

Note: ammoniti Marano, De Giorgi, Palermo, Cozza, Ripa. Serata fresca. Terreno in buone condizioni. Recupero: 1’ pt – 5’ st.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email