Nella cornice del ristorante “Il Borgo” a Bagnaia si è svolta la presentazione ufficiale di alcune nuove figure dirigenziali della U.S. Viterbese 1908.  Nella stagione 2020-2021 l’organigramma gialloblù prevederà Gianni Esposito in qualità di Vice Presidente mentre il direttore sportivo sarà Francesco Pistolesi. Altre due figure importanti all’interno del club saranno il rappresentante legale Fausto Barili e il responsabile degli aspetti assicurativi Maurizio Gabriele.

“Sono lieto che il Presidente mi abbia scelto per ricoprire questo ruolo – le parole dell’avvocato Barili. – Mi auguro che insieme ai professionisti del mio studio si possa dare un contributo alla Viterbese nel raggiungimento dei suoi obiettivi”.

A prendere la parola, in seguito, è stato il neo Vice Presidente Gianni Esposito: “Il Presidente Romano è e sarà sempre un mio grande amico. Io sono di Torino ma dico che da quello che ho potuto vedere qui lo scorso anno in veste di spettatore, ci sono i presupposti per fare davvero bene. Si è creato uno staff  con tante persone che hanno voglia di fare. Mi occupo di organizzazioni aziendali, voglio mettere le mie competenze al servizio della Viterbese”.

Parola poi al direttore sportivo Francesco Pistolesi: “Ringrazio il Presidente per avermi dato questa opportunità. Cercherò di ripagare la società giornalmente con il massimo impegno. Ho trovato persone attaccate alla maglia che hanno voglia di mettersi in mostra. Vengo dal mondo dei dilettanti, è la mia prima esperienza tra i professionisti ma a mio avviso cambia poco perché il calcio si può fare in un certo modo a tutti i livelli”.

A chiudere la giornata la lunga disamina del Presidente Marco Arturo Romano: “Stiamo creando un gruppo di lavoro fatto di persone appassionate. Quello che mi preme dire è che il nostro progetto deve basarsi sulla solidità senza fari voli pindarici.  Sento dire che non abbiamo comprato e che non stiamo facendo mercato.  Devo dire che non è così: abbiamo rinnovato il contratto di Baschirotto per due anni, stesso discorso per Bensaja. E poi c’è Calì, viene da una categoria minore ed ha un contratto di tre anni. Senza considerare tutti i nuovi innesti: Rossi non ha mai fatto la Serie C ed ha uno stipendio importante tanto per dire che la Viterbese non va a risparmio. Mbende lo voleva tutta Italia ma ha scelto il nostro progetto. Abbiamo preso un portiere giovane come Daga che ha fatto tutto il settore giovanile con il Cagliari e ha grandissima prospettiva. Salandria è un altro ottimo calciatore, era un titolare del Catania, una squadra che voleva vincere il campionato. Stiamo investendo sui giovani come Cerroni che, purtroppo, si è infortunato. E poi  il mercato è aperto: Falbo ci interessa, non sta a me discutere il suo valore perché è sotto gli occhi di tutti. Il budget complessivo è stato aumentato,  il progetto è in continua crescita. Stiamo trattando per trovare la formula giusta con il Milan per Galardi. Qui si fanno passi in avanti e non passi indietro”.

E, infine, una chiosa sul prossimo girone C di Lega Pro: “Chiaro che il nostro gruppo è difficile. Non ci facciamo illusioni ma io sono ottimista. Vedo un ambiente sano e un mister di grande qualità che ha sposato in pieno il nostro progetto. Credo che ci toglieremo grandi soddisfazioni, magari a partire da domenica. A prescindere dal risultato ci faremo valere”.