Una delegazione della sezione di Viterbo dell’associazione italiana arbitri, guidata dal dirigente nazionale Umberto Carbonari, è stata presente ieri pomeriggio, martedì 22 ottobre 2019, alla mostra “Un Secolo di Azzurro”, dedicata ai cento anni di storia della Nazionale italiana di calcio.

La mostra, che rimarrà aperta fino a domenica mattina, si tiene nella Chiesa degli Almadiani, in piazza Martiri d’Ungheria, a Viterbo, ed è una bellissima esposizione di maglie e fotografie storiche che ripercorrono mirabilmente la vita della nostra nazionale, di allenatori e giocatori che hanno fatto la storia del calcio italiano.

Gli arbitri hanno ricevuto la visita dei bambini delle scuole calcio delle società viterbesi, che hanno assistito alla proiezione di un filmato e hanno potuto ascoltare dalla viva voce dei fischietti, in attività e non, cosa significhi essere un direttore di gara.

Dopo un saluto dell’ex delegato provinciale del Coni Alessandro Pica, che ha fortemente voluto questa mostra itinerante a Viterbo, del consigliere comunale Matteo Achilli, delegato ai rapporti con le associazioni sportive, e del componente il Comitato regionale arbitri del Lazio Ennio Mariani, è toccato all’esperto Umberto Carbonari illustrare l’attività nazionale dell’Aia, che conta ben 31.266 associati, dei quali 29.576 uomini e 1.690 donne. “Un’associazione che non ha eguali nel mondo – ha detto con orgoglio il componente del comitato nazionale dell’Aia, Umberto Carbonari – composta da uomini e donne determinati che, con la loro preparazione, rendono possibile la disputa di migliaia di partite in tutte le categorie, dai giovanissimi alla serie A.”

Gli arbitri di punta della sezione Aia di Viterbo, Claudio Petrella e Matteo Centi, hanno illustrato ai giovanissimi calciatori le importanti novità regolamentari introdotte quest’anno e hanno fatto vedere un filmato sulle attività associative.

“Sono molto contento della nostra presenza in questa importante manifestazione – ha detto Luigi Gasbarri, presidente dell’Aia viterbese, che era accompagnato dai dirigenti sezionali Pierluigi Amadeo, Silvano Olmi e Kacper Zielinski – abbiamo potuto illustrare ai giovanissimi calciatori le nuove regole e l’attività che gli arbitri svolgono per il corretto svolgimento delle partite.”

Commenta con il tuo account Facebook