VITERBO – Atleti stellati sul palcoscenico di Lodi nel weekend appena trascorso. Chiusa la Coppa del Mondo a Berlino, i campioni della Federnuoto Paralimpica si sono tuffati in gara ai Campionati Italiani Assoluti Estivi a Lodi.

Presenti ben 180 atleti in cerca del boarding pass per i Mondiali di Mexico City. Il Campionato andato in scena da Venerdì 14 a Domenica 16 Luglio si è fregiato della partecipazione di tutti gli atleti di interesse nazionale. Anche la A.S.D. VITERSPORT LIBERTAS era presente agli assoluti italiani, con il nuotatore ALESSANDRO PACCHIAROTTI. Grande prestigio da tutti riconosciuto alla società e all’atleta viterbese che nonostante la presenza di tanti campioni in cerca di un posto ai campionati mondiali messicani di nuoto, World Para Swimming, è riuscito a salire tre volte sul podio, conquistando il secondo posto nella batteria dei 50 metri stile e nei 100 dorso categoria S3; il primo posto nella batteria 50 dorso categoria S3.

Record personale migliorato di ben 13 secondi nei 100 dorso, 3 secondi nei cinquanta dorso e accesso conquistato alle finali open dorso categoria S1 – S5 dove ha ottenuto il quarto posto assoluto nazionale, migliorando ancora il proprio tempo di un 1,2 secondi, cedendo il passo soltanto ad atleti di categoria superiore. Nonostante la presenza di grandi atleti come Francesco Bettella-due volte medaglia d’argento alle olimpiadi di Rio- Vincenzo Boni, medaglia di bronzo a Rio, solo per citarne alcuni della mia categoria – dice ALESSANDRO PACCHIAROTTI – sono riuscito a salire sul podio per ben tre volte e a conquistare la finale open con i complimenti dello staff tecnico della nazionale italiana. Sono molto soddisfatto di questa mia prestazione, ho lavorato tanto in acqua cercando di migliorare le mie prestazioni e tanto lavoro ha portato questi risultati molto soddisfacenti per me e per la ViterSport. Oltre alle tre medaglie conquistate porto a casa un grande bagaglio di esperienza e la consapevolezza di dover lavorare ancora tanto per ottenere risultati ancora piu’ prestigiosi, in vista della possibile classificazione internazionale che proverò ad ottenere già dalla prossima stagione. Per tutto quello che sto ottenendo il mio ringraziamento va alla ViterSport, a tutti quelli che mi stanno seguendo in questo cammino sportivo, in particolare alla professoressa Evelina Bastianini, Daniele Aronne e Riccardo de Chicchis, che mi ha accompagnato e sostenuto in questi campionati. Voglio concludere con un pensiero ed un incoraggiamento a tutti i ragazzi con disabilità fisica e/o psichica e alle loro famiglie: non abbiate paura della vita, vivetela con entusiasmo, si può esser dati per morti entro pochi giorni dalla nascita, o trovarsi sommersi da 5 metri d’acqua sul fondo di una piscina, si deve reagire e vivere la vita. “Se non puoi cambiare il tuo destino, cambia il tuo atteggiamento”.

Commenta con il tuo account Facebook