CAPODIMONTE – Grande successo quest’ anno a Capodimonte per la quarta edizione del Triathlon della Tuscia ,600 sono stati gli atleti al via, 200 in più rispetto all’edizione 2016.

La gara disputata nel Week – end del 10/11 Giugno sul lungolago di Capodimonte (VT), in uno scenario a dir poco stupendo grazie anche alle due giornate di sole, che hanno aiutato atleti e organizzazione. Commentava l’organizzatore, Canuzzi Marco: “quest’anno ci siamo superati ,il Team ha lavorato bene, a Capodimonte, in queste due giornate di triathlon, è stato stimato un flusso di circa 1000 persone, tra atleti, familiari e accompagnatori, grazie anche alle eccellenti condizioni meteo”. Nella giornata di sabato sono state le categorie giovanili a prendere il via con 6 gare in programma, divise per fasce di età, e che vedevano al via 280 giovani provenienti da tutte la regioni del centro Italia, considerando che la prova era valevole come campionato Interregionale e comprendeva le seguenti regioni (Lazio, Toscana, Umbria, Marche,Molise, Abruzzo).

La prova era valevole come secondo “Memorial Letizia Cecchetti” , insegnante di educazione fisica molto vicina allo sport e ai giovani della città lacuale, scomparsa prematuramente e ricordata dall’organizzazione e dalla cittadinanza in questo momento di sport rivolto ai giovani. Domenica 11 è stata la volta del 4°del Triathlon della Tuscia, 314 sono stati gli atleti alla partenza, provenienti da ogni parte d’Italia, basti pensare che l’atleta arrivato da più lontano era tesserato per Cus Bari. La distanza in programma era il Triathlon Sprint ( 750 mt di nuoto,20km di bici, 5km di corsa) ed era valevole per il Rank nazionale e prova di Campionato Regionale. Da elogiare sia l’operato delle forze dell’ ordine, in particolare il Comandante della Polizia Locale Pietro Bellucci, Carabinieri e Polizia Provinciale che hanno svolto al meglio il lavoro di viabilità del traffico, garantendo la sicurezza stradale nella frazione in bici a tutti gli atleti partecipanti che l’operato dei numerosi volontari che si sono messi a disposizione : Protezione Civile ,CRI, Canoa Avis Capodimonte, Pro Loco Capodimonte e tanti altri che hanno contribuito alla ben riuscita della manifestazione. Soddisfazione e gratificazioni sono arrivate alle società organizzatrici, Green Hill Roma e Scuola Indoor Cycling da parte di tutta l’Amministrazione Comunale e dei cittadini, considerando anche il notevole numero di persone presenti a Capodimonte in questi due giorni. Egregio il lavoro del Team FitnessMania che con uno Staff esperto ha organizzato la logistica della gara( zona partenza, zona cambio e arrivo) degna di un grande evento sportivo. Commentava il Sindaco Mario Fanelli:” Ringrazio Marco Canuzzi e il suo Team, per aver portato a Capodimonte una manifestazione di queste dimensioni, che io reputo positiva per il nostro paese ,con un ritorno di immagine e di turismo eccellente. Cercheremo come amministrazione di mantenere e supportare il Triathlon della Tuscia anche per gli anni futuri contribuendo alla sua crescita”. Tra tutti i partecipanti vincitore finale è stato Diego Boraschi del Torrino Triathlon, atleta più volte azzurro e Campione Italiano Juniores di Duathlon, che con il tempo di 58’53” precedeva il compagno di squadra Valerio Pugliese, terzo arrivava Filipponi Luca (Leone Triathlon), quarto Samuele Angelini(Fiamme Oro), quinto Giovanni Fiore (Unicusano Posillipo). Nella Categoria Femminile era la società Minerva Roma che come l’anno passato dominava, mettendo due atlete nelle prime tre posizioni, con vincitrice e Nazionale Michela Pozzuoli, che precedeva Alice Comotto,terza Franzin Sofia (Leone Triathlon).

Note di apprezzamento sono state espresse dagli atleti e accompagnatori per il ristoro e la location ,che predispone questo paese ad eventi di questo genere. Marco Canuzzi, delegato FITRI e organizzatore della gara: ”Mi ritengo soddisfatto, tutte queste presenze gratificano giorni di lavoro e ci danno forza per proseguire con il Triathlon della Tuscia anche nell’ edizione del 2018. Vorrei inoltre ricordare il lavoro e il supporto di tutte quelle persone che risultano invisibili in un evento di questo genere ma sono fondamentali “Volontari e Forze dell’ordine”, che con il loro operato hanno contribuito a dare a Capodimonte due giorni di grande spettacolo.

Commenta con il tuo account Facebook