Giovane dirigente romano, classe 1990, Musa si è formato partendo dai dilettanti (Lupa Roma e Savoia) fino ad arrivare nei professionisti grazie alle esperienze in piazze molto importanti come quelle di Avellino e Teramo.

Per lui si aprono ora le porte della Viterbese: “Ringrazio la proprietà per questa opportunità, Viterbo e la Viterbese rappresentano una grande piazza per fare calcio. C’è poco da dire e tanto da fare, mi aspetta una sfida dura ma affascinante”.
Il direttore sportivo verrà presentato alla stampa nei prossimi giorni.

Articolo precedenteBonus 200 e bonus 150: aperte le procedure per richiedere il riesame da parte di autonomi e liberi professionisti
Articolo successivoPoste Italiane seleziona nuovi profili professionali per potenziare gli organici