Sugli organi di stampa oggi sono apparsi articoli contenenti imprecisioni e informazioni che non rispondono alla realtà.

In particolare per ciò che concerne gli spogliatoi annessi al campo sportivo “Ciucci” in località Sassacci, definiti “impraticabili” . Ci preme ricordare, innanzitutto, che il campo comunale “Ciucci” è stato, previa procedura ad evidenza pubblica, affidato alla società Asd Civita Castellana fino 2028. La stessa società ha però comunicato al Comune di voler recedere anticipatamente dalla convenzione.

Dato che è intenzione – prosegue L’Assessore allo sport, Carlo Angeletti – di questa amministrazione porre in essere attività che incentivino la promozione della disciplina dell’attività calcistica, specie tra i più giovani, con deliberazione della Giunta Giampieri numero 151 del giorno 11 novembre 2021, è stato deciso di attivare tutti gli atti necessari a procedere all’affidamento temporaneo della gestione dell’impianto sportivo comunale “Ciucci” ad un soggetto giuridico qualificato per lo svolgimento delle partite ufficiali del campionato. Pertanto, lo dicono gli atti, questa amministrazione, nel momento in cui la Asd Civita Castellana ha comunicato all’ente la volontà di recedere anticipatamente dalla convenzione in essere, si è attivata subito per riaffidare la gestione dell’impianto sportivo in località Sassacci. Nei prossimi giorni, come già avvenuto per la palestra comunale “Pino Smargiassi”, il comune di Civita Castellana pubblicherà, in totale trasparenza e in osservanza delle norme vigenti che non possono certo venire ignorate, un apposito avviso pubblico per l’affidamento temporaneo della gestione del campo da calcio comunale “Ciucci”. A tale bando tutte le società, associazioni sportive dilettantistiche ed enti di promozione sportiva, potranno partecipare. È obbligatorio, infine, precisare che gli spogliatoi del suddetto impianto sportivo risultano assolutamente utilizzabili, al contrario di questo erroneamente diffuso sulla stampa. Infatti, dal sopralluogo effettuato dai professionisti del competente ufficio tecnico comunale è emerso che gli stessi sono agibili e idonei all’uso. Agibilità che, al contrario delle chiacchiere, è agli atti presso gli uffici comunali.