VITERBO – Importante sfida esterna quella che attende in questo sabato pomeriggio la Defensor, di scena sul parquet della Sistema Rosa Pordenone nel settimo turno del campionato di serie A2 femminile di basket.

Pur trattandosi di una gara non ancora decisiva, si tratta tuttavia di un match importante per le ragazze di Carlo Scaramuccia, chiamate a cercare la vittoria per tutta una serie di motivi che espone lo stesso allenatore viterbese: “Siamo una squadra giovane per scelta e ancor più giovane per necessità, considerando alcuni infortuni che abbiamo avuto, quindi non è semplice trovare continuità di risultati e prestazioni. Contro Ferrara abbiamo vinto giocando una grande partita in termini di intensità e applicazione, ora sarebbe importante ripetere quel tipo di prestazione e di approccio alla gara. Inoltre potremmo aggiungere due punti alla nostra classifica e per l’obiettivo che vogliamo raggiungere, cioè la salvezza, sarebbe un altro passo importante”.

Di fronte ci sarà una squadra composta dalle giovani della Reyer Venezia che, grazie al doppio tesseramento, stanno accumulando esperienza preziosa in un torneo senior: tantissimi i nomi che sono anche nel giro delle nazionali azzurre, a cominciare dalle gemelle Togliani fra le esterne, proseguendo con la lunga Lorela Cubaj, classe 1999, uno dei pivot migliori a livello europeo nella sua categoria, senza dimenticare la play Elisa Pinzan, miglior realizzatrice della sua squadra con quasi 10 punti di media a partita, e le lunghe Sara Madera e Aleksa Gulbe, ala/pivot lettone del 2000. Alcune di queste ragazze potrebbero essere impegnate in manifestazioni giovanili con la Reyer, quindi per la Defensor sarà possibile conoscere esattamente quale formazione schiererà coach Renato Nani solo poco prima della palla a due.

In casa gialloblù si va invece verso la conferma delle stesse dodici atlete applaudite al PalaMalè contro Ferrara, con il recupero di Federica Orchi che prenderà il posto di Valentina Ottaviani.

La palla a due è prevista alle 19 e gli arbitri saranno Andrea Andretta di Udine e Massimiliano Spessot di Fogliano Redipuglia (GO).

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email