VITERBO – Serviva una serata come quella contro Foligno per far spiccare il volo ai ragazzi della Favl. La vittoria di Sabato sera ottenuta con una grinta e una costanza mai viste fino ad oggi potrebbe rappresentare il tanto sperato punto di svolta della stagione dei ragazzi di coach Masini.

Partita che iniziava con le due squadre al rallentatore e condizionate dal freddo che si respirava nell’aria del Palamalè. Foligno non risentiva però troppo a lungo della situazione climatica e grazie a tre penetrazioni di Anastasi si portava sul 6 a 13. Maskall- Wright e Ocwieja che entrava dalla panchina rispondevano agli avversari e tenevano i padroni di casa incollati all’avversario. Un positivissimo Quondam e l’onnipresente Purplevics in penetrazione costringevano il coach ospite al time-out. Al rientro in campo una serie di palle perse da entrambe le squadre non faceva decollare il match ma la prima tripla di Mariotti spingeva gli ospiti ancora avanti. Maskall-Wright come sempre dava spettacolo e sul finale del set consentiva alla Favl di chiudere sotto solo di un punto (17-18).

Il secondo periodo si apriva ancora con l’Inglese della Favl in grande spolvero che portava avanti i padroni di casa e coach Masini poteva applaudire finalmente i suoi ragazzi quando anche Ocwieja appoggiava al tabellone. Maskall-Wright ancora lui, autore di un gioco da 3 punti dava alla Favl il massimo vantaggio (24 a 18). I numerosi liberi sbagliati dai biancorossi di casa e due triple consecutive di Anastasi e Finauro consentivano agli ospiti di accorciare e poi sorpassare sul 28 a 29. Nell’ultimo minuto saliva in cattedra il solito Anastasi per Foligno che continuava il suo show dalla distanza chiudendo il parziale sul 28 a 37 per gli ospiti.

Al rientro dal riposo lungo, si ricominciava sulla falsariga del periodo precedente e dopo un tecnico fischiato alla Favl, il Foligno si ritrovava sul più 13 (30 a 43). Purplevics cercava di mantenere in partita i suoi e una tripla di Quondam da distanza siderale rimetteva la Favl nella partita. Anche Mari si iscriveva al match con il primo tiro dalla lunga distanza e quando Luke Maskall-Wright appoggiava al tabellone la partita saliva di tono con la Favl di nuovo sotto di solo un punto (42 a 43). Ancora Maskall-Wright come sempre incontenibile con un gioco da 3 punti regalava addirittura il vantaggio alla Favl costringendo il coach ospite a chiamare la sospensione. La situazione non cambiava nemmeno dopo il timeout e grazie a una difesa ritrovata e a un attacco ora quasi “stellare” la Favl si portava addirittura sul più 9 di fine periodo (55a46).

Foligno partiva alla rincorsa nell’ultimo parziale e inaugurava il quarto con due canestri da sotto di Marchionni che consentivano agli Umbri di accorciare il divario. La Favl non si ritrovava più e gli ospiti a quel punto tentavano ancora di più di rientrare nel match. Un tiro da 3 di Karpuk ridava dopo un lungo periodo il vantaggio agli ospiti. Masini cercava di pescare dalla panchina e i suoi ragazzi in campo rispondevano presente con Maskall- Wright ancora una volta che avviava la ripresa dei suoi compagni. Si entrava cosi negli ultimi 3 minuti in parità (59 a 59) quando due liberi di Mari restituivano il nuovo vantaggio ai padroni di casa. A quel punto la tanto attesa tripla, la prima della serata, di Simone Tola consentiva alla Favl di portarsi su due possessi di vantaggio quando sul cronometro mancava poco più di un minuto. Prima Marchionni per gli ospiti e poi un Ocwieja, stasera grandioso, portavano le due squadre nell’ultimo minuto sul più 4 per i Viterbesi e la panchina ospite si vedeva ancora costretta al time-out. La Favl stasera voleva la vittoria con tutta se stessa e i tiri liberi della staffa di Purplevics regalavano una vittoria d’oro a Tola e compagni. Il finale di 70 a 62 parlava chiaro, la Favl stasera si è dimostrata in grado di mettere paura a chiunque e di aver trovato forse quella continuità da tutti attesa.

Favl Basket: Ocwieja 15, Mari 13, Quondam 6, D’Agostino, Giachini , Maskall-Wright 18 , Purplevics 14 , Baliva , Tola 4, Bertini, Billi.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email