Enrico Centaro

 

SAN LORENZO NUOVO – Quando si gettano all’aria due reti di vantaggio, permettendo agli avversari di passare da 0-2 a 3-2, c’è poco da essere allegri.

E’ quello che è successo domenica al San Lorenzo Nuovo sul campo dell’Atletico Ladispoli. Doctor Jekyll e Mr. Hide la squadra viterbese, capace di annichilire i rivali in una prima parte di gara quasi perfetta, per poi concedersi clamorosamente alla rimonta. Risultato: 0 punti e quarto posto che si allontana ulteriormente.

Per l’allenatore Enrico Centaro i problemi sono gli stessi di inizio stagione: “Paghiamo la nostra giovane età e l’inesperienza in determinate situazioni. L’atteggiamento della squadra è sempre quello di giocare a viso aperto e voler fare gol, quando a volte bisognerebbe essere più accorti e addormentare la partita. Con l’Atletico pensavamo di averla chiusa: siamo stati ingenui a permetter loro di tornare in partita. Dopo il 3-2 ci siamo rimessi a giocare, creando anche diverse palle gol. Ad ogni modo, onore a loro perché sono una buona squadra. A noi servirà più malizia”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email