SORIANO NEL CIMINO – Tutti vorrebbero vedere la propria squadra vincere esprimendo un bel gioco, variando soluzioni tattiche, eseguendo alla perfezione innovativi schemi, difendendo su ogni pallone e concludendo con spettacolari contropiedi ma non sempre questo è possibile e quando gli ingranaggi si inceppano e il pallone a spicchi fa i capricci e non entra nel sospirato anello arancione, allora conta solo una cosa: portare a casa la vittoria. Questo è quanto.

 

Questo è quanto accaduto tra i Soriano Virus e il Basket Todi (61-52). Partita nervosa e brutta, gomitate e proteste, palle perse e ferri messi a dura prova. Da una parte il collettivo cimino, dove il solo Bongi (15 per lui alla sirena finale) arriva in doppia cifra e tutti gli altri cercano di portare comunque il loro mattoncino per la vittoria finale, dall’altra il “one man show” del fortissimo Gramaccia autore di una prestazione maiuscola e di un eccezionale trentello tondo tondo. Ma la pallacanestro non è quasi mai sport da solisti, molto meglio cinque giocatori da 10 punti ciascuno, che uno da 50… e anche questa volta la regola non trova eccezioni. Le triple del già citato Bongi, i movimenti spalle a canestro del canuto Cardoni (9), sprazzi di gioco dal sempiterno Angrisani (9), le scorribande del tonico Damiani (7), l’energia incontrollabile del sempre positivo Rossi (7), i primi punti targati Virus per l’esperto Carioti (5), generosità, rimbalzi e intensità assicurati da Iasson (4), Catalani (3) e Bellachioma (2).

 

Punto dopo punto, faticosamente il quintetto di coach Azzoni riusciva quindi a controbattere lo strapotere della stella todina Gramaccia, autore di un’incredibile striscia a cavallo tra secondo e quarto quarto: dei 27 punti messi a referto da parte della compagine umbra ben 25 punti sono suoi. Ma come microscopiche cellule virulenti che infettano una ad una le altre, costringendo infine anche il più forte e sano degli uomini a letto, così i sorianesi, punto dopo punto, annullavano lo strapotere del numero 12 avversario, mettendo infine al tappeto il quintetto umbro.

 

“Ogni vittoria ha la sua spiegazione” afferma raggiante l’ex presidente Costantini e ora primo tifoso Virus, “e ogni vittoria ha il suo effetto: da oggi possiamo considerarci una vera squadra! Lottiamo insieme, perdiamo insieme, vinciamo insieme. Attraverseremo ancora momenti difficili, ma quello che ora è chiaro a tutti i ragazzi è che insieme è più facile superare le avversità e una volta capito questo il più è fatto!”. Prossimo appuntamento lunedì 8 febbraio contro i temibili ProLoco Cannara per chiudere in bellezza il girone d’andata.

 

61 SORIANO VIRUS: Bongi (15); Cardoni (9); Angrisani (9); Rossi (7); Damiani (7); Carioti (5); Iasson (4); Catalani (3); Bellachioma (2); Filoni.

 

52 BASKET TODI: Gramaccia (30); Poretta (9); Manni (5); Rastelli (3); De Matteo (3); Bartoccini (2); Benedetti; Biondini; Testasecca.

Commenta con il tuo account Facebook