Trasferta isolana amara quella del Monterosi che incassa a Carbonia la prima sconfitta stagionale dopo dodici giornate.

Gara, quella sul manto erboso di Santadi, subito in salita dopo l’espulsione di Petti al 20’ del primo tempo che ha causato il calcio di rigore trasformato da Cappai.

Mister David D’Antoni analizza così la partita: “Sicuramente fino all’espulsione era stata una partita equilibrata dove il Carbonia aveva avuto un paio di occasioni loro ma anche noi con Sowe ed un paio di situazioni che non siamo riusciti a chiudere. Eravamo in partita poi quell’episodio ci ha condizionato tanto. Andare sotto e rimanere in dieci dopo venti minuti ci ha reso tutto più complicato. Poi abbiamo preso un gol da trenta metri ed è diventato tutto più difficile risalire la china”.

Non c’è tempo per guardare indietro, il Monterosi ha subito l’occasione di riscatto mercoledì nel recupero valido per la tredicesima di andata al Martoni contro l’Afragolese. Il tecnico spiega anche i cambi di formazione rispetto alla gara di Formia: “Abbiamo tantissime partite e tutti devono riacquistare minutaggio dopo 40 giorni di stop. Se giocano Montanari, Pasqualoni, Vagnoni, Sowe e Buono non è turn over. Questi per noi sono titolari, bisogna avere il coraggio e la forza di alternare i giocatori durante questo calendario così intenso. Ci aspetteranno tantissime partite, ci serve solo ritrovare lo smalto dopo la lunga pausa e rigiocare subito mercoledì non ci può far altro che bene”.