Massimiliano Chindemi

 

VITERBO – Saranno oltre 140 le presenze che daranno vita ad un evento che, ormai, si attesta a pieno titolo tra gli appuntamenti sportivi più attesi dell’anno. Stiamo parlando del III Torneo nazionale di pallavolo – Città di Viterbo”, dedicato alle giovani promesse della pallavolo femminile under 14 provenienti da Lazio, Umbria, Toscana e Campania.

 

La competizione, che avrà luogo il 3 e 4 aprile in quattro location differenti (il Palavolley di via Gran Sasso, la palestra del Murialdo,l’Istituto Paolo Savi e il Tennis Club) prenderà il via alle ore 9.15 con i primi incontri.

 

“Al termine della prima giornata – spiega Barbara Iannitti dirigente del comitato organizzativo – verrà stilata una classifica che decreterà le squadre che accederanno alle finali in programma per sabato pomeriggio. Tutte e nove le squadre saranno in ogni caso premiate; ulteriori riconoscimenti verranno consegnati anche alla miglior schiacciatrice, alla miglior palleggiatrice e alla miglior giocatrice del torneo”.

 

Soddisfatto dell’intera organizzazione, il consigliere delegato allo Sport, Sergio Insogna, ha così commentato l’approssimarsi dell’evento: “A Viterbo – spiega Insogna – il volley è uno sport notevolmente praticato. A dimostrarlo, oltre alle tante società che operano sul territorio, è anche il crescente successo del Torneo nazionale di pallavolo, che da tre anni a questa parte riscuote grandi consensi. Un torneo, questo, di chiaro prestigio che merita dunque di essere presentato in una sede importante come quella di Palazzo dei Priori. Ringrazio pertanto tutte le società partecipanti; particolare riferimento, ovviamente, alla Vbc di Viterbo, che ha così bene organizzato un torneo che si sta consolidando nel tempo. Un doveroso grazie va anche a Viterbo Con Amore, presente ogni anno a questa iniziativa, e agli amici di Confartigianato, sempre vicini e pronti a sostenere il mondo dello sport cittadino”.

 

Parole, quelle del consigliere Insogna, che inorgogliscono Stefano Giacchetti, vice presidente della Vbc Viterbo: “Le prime due edizioni di questo torneo – spiega – erano perlopiù di carattere provinciale e regionale. Quest’anno invece ci siamo allargati, portando a giocare a Viterbo ben 9 squadre, di cui tre provinciali (Vbc Viterbo, il Tuscania e il Progetto Insieme Vt, ndr) e sei interregionali provenienti da Campania, Umbria e Toscana. Il torneo, di carattere federale, ha come obiettivo quella di far giocare il più possibile le ragazze, consentendo loro di potersi confrontare con altre realtà. Nel rimarcare la soddisfazione per ciò che andremo a vivere, ricordo con orgoglio che la nostra società, nata 15 anni fa, è partita da una piccola palestra della provincia, espandendosi poi nel corso del tempo fino ad essere la seconda società del Lazio, ricevendo altresì per tre anni consecutivi il ”Certificato di qualità” per il lavoro svolto nel settore giovanile”.

 

A supportare un evento che promette grande spettacolo, unitamente alla Fipav, alla Scuola Marescialli dell’Aeronautica militare, all’associazione ”Viterbo con Amore”, ci sarà anche Confartigianato Viterbo. “Nonostante la crisi – afferma il delegato Carlo Carbonari – abbiamo deciso di sostenere un torneo che, oltre ad essere molto importante a livello sportivo, saprà certamente portare un ritorno turistico alla nostra città”.

 

Parole, queste, condivise a pieno titolo da Jacopo Jacovacci, direttore sportivo VBC, che aggiunge: “Il sogno è quello di veder giocare una di queste ragazze in palcoscenici di alto livello. A tal proposito, mi piace sottolineare come la scorsa settimana una delle nostre ragazze sia stata selezionata per uno stage in Umbria con la Nazionale. La speranza, ovviamente, è che altre ragazze possano avere questa ed altre soddisfazioni”.

 

“La Federazione – aggiunge Giovanni Menicucci, presidente della società Sporting Club e delegato della Fipav – segue da sempre questo torneo con molta attenzione. Gli sforzi compiuti dalle società sportive del territorio, d’altronde, sono a dir poco encomiabili e meritano di essere supportato”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email