Christian Cattaneo

 

VITERBO – Gara di notevole importanza quella che la Stella disputa domenica al PalaMalè contro Catanzaro.

I calabresi sono in grande forma ed in striscia positiva con quattro vittorie nelle ultime cinque partite disputate e reduci dal grande successo di domenica scorsa, dove sul difficile campo di Scauri hanno letteralmente maltrattato i locali per 94 a 65. La squadra di coach Pullano può contare su di un roster di prim’ordine che vede in Carpanzano, Guadagnola, Naso, Di Dio, Morici ed Artioli i suoi punti di forza, ulteriormente rafforzato dall’arrivo del lungo Medizza e completato da giovani come Latella, Calabretta, Dell’Uomo e Monacelli.

La Stella è reduce da due ottime prove contro Scauri e Palestrina e dall’ultima trasferta sotto il Vesuvio contro la solitaria capolista Napoli.

Coach Fanciullo non potrà contare su Fowler che dovrebbe iniziare a riallenarsi dalla prossima settimana e per l’impiego di Fabio Marcante, ancora alle prese con qualche residuo postumo dell’infortunio patito ormai tre mesi fa, si deciderà immediatamente prima della palla a due.

Nella Stella sarà invece presente, a rafforzare il reparto delle guardie, il nuovo arrivato Christian Cattaneo, che già domenica ha esordito in trasferta facendo subito vedere cose positive.

La gara non è certo facile, ma i ragazzi sanno benissimo che sino all’ultima giornata tutti gli incontri saranno una battaglia durissima. Sono però altrettanto consapevoli che tra le mura amiche possono mettere in difficoltà ogni avversaria e giocarsela alla pari con tantissime squadre del girone, come ampiamente dimostrato nelle ultime uscite davanti al proprio pubblico.

L’obiettivo della Balletti Park Hotel è quindi quello di mantenersi in zona playout, possibilmente guadagnare qualche punto sulle dirette avversarie e poter così disputare una fase finale della stagione regolare con maggiore tranquillità. I ragazzi ci sono, il nostro pubblico dovrà dare il suo importante contributo per essere al loro fianco. Si inizia alle 18 sotto la direzione di Bonotto di Ravenna e Meloni di Salsomaggiore Terme.