Un settore giovanile che va avanti a vele spiegate per l’Ecosantagata Civita Castellana. La società rossoblù quest’anno può vantare una “cantera” con oltre 100 ragazzi, tra maschile e femminile, e soprattutto progetti ambiziosi di crescita tra le ragazze.

Rientra nella giovanile anche la serie C maschile, neopromossa dopo aver vinto la D l’anno scorso e seconda squadra della serie B che attualmente comanda la classifica del girone F. Tanta fatica nelle prime partite, ma nelle ultime quattro giornate prima della sosta i ragazzi allenati da Pierpaolo Giuliani hanno raccolto 6 punti e si sono rilanciati nella corsa salvezza. Al rientro dalla sosta li aspetta lo scontro diretto a casa della Virtus Armundia Roma, che li precede di un solo punto in classifica, al terzultimo posto.

Tre vittorie e tre sconfitte sono invece il bilancio provvisorio della stagione della Prima divisione femminile. Le rossoblù di Cristina Gargagli occupano la settima posizione, ma con solo 3 punti di distacco dalla terza, e soprattutto stanno crescendo in fiducia e capacità, al punto che sognare in grande non è più proibito.

Partita l’avventura dei campionati under 17 e under 15 maschili, squadre allenate da Lorenzo Mezzanotte ed Edoardo Moroni, che completano il pacchetto del settore giovanile dei ragazzi. Per quanto riguarda il femminile, invece, sono in campo la under 14 (allenata da Andrea Cordano e Federica Manocchio), la under 14/16 (allenatrice Roberta Testa) e la under 12/13 (sotto la guida di Roberta Testa e Mattia Della Rosa). Senza dimenticare il minivolley gestito da Jessica Ene.

La principale novità del settore giovanile di questa stagione è Cristina Gargagli. Vincitrice di uno scudetto e di una coppa Cev da giocatrice, ha accumulato molta esperienza anche come allenatrice ed è stata chiamata quest’anno dall’Ecosantagata a coordinare tutto il settore femminile.

“L’Ecosantagata è una realtà solidissima a livello maschile e ora sta facendo sforzi importanti per crescere anche nel femminile – dice la neo-responsabile -. Sono arrivata qui con un progetto pluriennale, che dovrà dare risultati nel tempo, perché non si può fare tutto in una sola stagione. Comunque sono molto contenta di com’è iniziata quest’avventura: a Civita Castellana c’è tanta voglia di fare e un atteggiamento di grande apertura da parte della società e anche delle ragazze”.

“Il nostro settore giovanile conta circa 100 atleti – continua Gargagli – e abbiamo tutti i campionati giovanili femminili coperti, ad eccezione della sola under 18. Anche la Prima divisione è una squadra giovanissima, dove le più esperte hanno poco più di 20 anni. Quest’anno abbiamo aumentato gli allenamenti e la risposta delle ragazze è stata entusiasmante, non mancano mai. Per fortuna sta arrivando anche qualche buon risultato e questo le motiva ad andare avanti con lo stesso impegno”.

Gargagli spiega anche le modalità di lavoro che ha introdotto. “Oltre che sull’aspetto tecnico, sto insistendo molto sull’atteggiamento mentale in campo. Voglio che le ragazze, soprattutto quelle della Prima divisione, capiscano l’importanza di giocare per un risultato e il lavoro di squadra che c’è dietro ogni singolo tocco di ciascuna giocatrice. Secondo me l’Ecosantagata ha le basi per poter arrivare a buoni livelli anche col femminile; mi sono presa questo primo anno per conoscere la realtà, poi vedremo cosa si può fare per migliorare”.

Articolo precedenteA San Lorenzo Nuovo ‘Si Fa Natale’: rassegna corale dedicata alla Maestra Maria Santa Rosiello
Articolo successivoGli architetti sul nuovo codice degli appalti: “La qualità prima di tutto”