SANREMO – Il polacco Michal Kwiatkowski (Team Sky) ha vinto la Milano-Sanremo NamedSport, prima Classica Monumento della stagione, davanti a Peter Sagan (Bora – Hansgrohe) e Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors).

PODIO FINALE
1 – Michal Kwiatkowski (Team Sky) – 291 km in 7h08’39”, media 40,732 km/h
2 – Peter Sagan (Bora – Hansgrohe) s.t.
3 -Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors) s.t.

Kwiatkowski, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Dopo le edizioni del 2013 e 2014, dove ero stato sfortunato, vincere la Milano-Sanremo è una sensazione incredibile. Ringrazio i miei compagni di squadra. Hanno fatto un lavoro incredibile oggi. Non mi aspettavo l’attacco di Sagan sul Poggio. È andato all’attacco mantenendo una velocità elevatissima. Poi mi sono concentrato solo sul mio sprint finale. Non posso credere di aver battuto Sagan!”.-

Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors) s.t. secondo classificato, Peter Sagan ha detto: “Ho dato tutto il mio meglio per provare a vincere la Milano-Sanremo, grazie alla mia squadra che ha lavorato duro per portarmi nel finale. Mi hanno tenuto fuori dai guai. In questa corsa è importante evitare le cadute. Sono andato davvero vicino a cadere sulla linea d’arrivo! Lo spettacolo è importante per chi guarda la gara. Credo siano rimasti tutti felici. Il mio attacco sul Poggio è stato istintivo. Ci ho provato. Mi sono accorto di essere rimasto solo, poi [Julian] Alaphilippe [portandosi dietro Kwiatkowski] mi ha raggiunto e siamo scesi fortissimi. Credo che anche la discesa sia stata speciale. È stato un bello spettacolo”.

Evandro Stefanoni

Commenta con il tuo account Facebook