Pietro Brigliozzi

 

MONTEFIASCONE – Il torneo di scacchi, valido per il campionato italiano, giunto ormai alla sua terza edizione, che si è svolto dalle ore quindici alle ore diciannove di domenica pomeriggio presso il Caffè sulla centralissima P.zza V. Emanuele, in pieno centro storico, della cittadina di Montefiascone, ha riscosso un grande successo sia per il numero degli iscritti, sia per la taratura dei giocatori, i quali, in un tombale silenzio, per tutto il pomeriggio, si sono dati battaglia sui quadrati del campo d’azione.

 

Molto soddisfatto l’organizzatore, Mauro Pigliavento che vede coronato il suo personale lavoro nel migliore dei modi. Alla fine delle diverse mance sono rimasti in gara, per l’assalto alla conquista del trofeo, ventisei concorrenti che si sono dati battaglia fino all’ultimo, quando l’arbitro federale Sayour Remo di Roma ha decretato la fine.

 

Il trofeo è andato ad Adriano Testa, mentre subito dopo, alle sue spalle, si è classificato Centomani Lorenzo, la terza posizione è stata raggiunta da Cuccarini Andrea; a questi è andata una coppa ed un piccolo riconoscimento economico. A tutti gli altri concorrenti, dalla quarta alla decima posizione, occupate da Quimi Marco, Monarca Danilo, Rocchi Federico, Minikh Eduard, Pazzini Francesco, Tassi Oliver, Migliozzi Giuseppe, è stata data una confezione di vino offerta dalla locale cantina sociale sempre attenta ad eventi come questo. Il Pigliavento ha sottolineato nel suo discorso l’assenza dell’Amministrazione Comunale che ha sostenuto di aver affidato queste manifestazioni alla Neonata Pro Loco ma questa se ne è completamente disinteressata. Questo è un fatto grave ha commentato Pigliavento. La Pro Loco dovrebbe essere il motore propulsore e soprattutto coordinatore di tutte le attività turistico-sportive-folcloristiche che si svolgono nel comune in tutto l’arco dell’anno, come d’altra parte è scritto nel suo statuto aggiungiamo noi.

 

Commenta con il tuo account Facebook