Ancora una volta l’Ortoetruria-WeCOM regala un intero quarto agli avversari e malgrado una rimonta prepotente nella parte centrale del match, lascia i due punti ad un’ottima Carver, squadra quadrata che scende al PalaMalè con grinta, convinzione e tanta voglia di far bene, obiettivo che le riesce per l’approccio mentale giusto che dimostra fin dalla palla a due. La Stella Azzurra invece (starting five con Taurchini, Ortenzi, Martino, Pebole e Price) inizia molto male la gara, segna pochissimo e gioca senza alcuna determinazione tutto il primo quarto, nel quale mette a referto 11 miseri punti di cui 4 con Martino e Price in 7’, 4 di Pebole, uno di Rogani e due di Ortenzi (5 dalla lunetta), ma subendone ben 25 per il + 14 degli ospiti alla prima sirena. Entrano Meroi in regia, fermo da una settimana per una forma influenzale, e Casanova per tentare di chiudere gli attacchi avversari. Il capitano mette due jumper, ma le polveri della Stella sono bagnate anche perché i tentativi di tiro degli esterni sono rarissimi ed i padroni di casa si affidano al solo Price ed ai suoi due playmaker in campo insieme. Fanciullo alza i centimetri ed inserisce anche Cittadini seppur reduce da una settimana di febbre. I romani cominciano a subìre la pressione dei padroni di casa che giocando a ritmi molto elevati recuperano 8 punti e vanno al riposo lungo sul -12 (27-39). Viterbo parte bene al rientro dagli spogliatoi e con Martino, 4 punti di Taurchini ed una tripla di Meroi si avvicina agli avversari che si affidano alle calde mani di Pagnanelli e Manzotti. Casanova e Taurchini danno il -1 (44-45) ai biancoblu, prima che Cammillucci e Pagnanelli li respingano sul -10.  La Stella per  non ha intenzione di arrendersi e Meroi segna ancora dall’arco, seguito da un 1/2 di Pebole dalla carità che chiude la terza frazione sul 58-50 per i rossoblu.

Nei primi 4’ praticamente segna un solo punto la Carver dalla lunetta con Pagnanelli, poi Ortenzi, Afeltra, Cittadini tutti da 3 e Price dall’arco per il -1 dell’Ortoetruria-WeCOm (61-62). Celesti fa 1/2 ai liberi e Cittadini 2/2 ancora per il -1. Quattro punti di Pagnanelli e 2 di Celesti per il 70-64, ma i biancostellati reagiscono con una bomba di Price, un libero dell’americano e due di Cittadini per il 70-72 a 23’’ dalla fine. Rimessa romana ed Ortenzi ruba la palla a centrocampo a Celesti per partire in contropiede, ma uno dei due direttori di gara, artefice di un arbitraggio oggettivamente imbarazzante, fischia un contrasto palesemente inesistente all’esterno locale: 1/2 per gli ospiti che poi sfruttano la roulette del fallo sistematico della Stella per il 70-76 finale. Moltissimo da recriminare per i viterbesi, soprattutto per l’ennesima frazione regalata agli avversari nella prima parte dell’incontro che ha poi costretto ad una rimonta tanto entusiasmante quanto dispendiosa, ma purtroppo vana. Un atteggiamento ingiustificato e reiterato nell’affrontare la gara che non è piaciuto per nulla alla dirigenza. 

Nella gara odierna sugli scudi nella Stella la prestazione di Meroi, ma bene anche Taurchini e Price con Cittadini che ha stretto i denti sia pure febbricitante. Per il resto molto da rivedere, ma di questo se ne parlerà martedì, quando si dovrà preparare con la massima cura la difficile trasferta di sabato sera ad Anzio. Tra gli ospiti, meritevoli del posto che occupano in classifica, molto buona la prova di Pagnanelli e Manzotti.

ORTOETRURIA-WeCOM STELLA AZZURRA VT 70: Price 16, Ortenzi 6, Bertini ne, Cittadini 11, Nieddu ne, Rogani 1, Baldelli, Taurchini 8, Pebole 5, Meroi 11, Martino 4, Casanova 8. Coach: U. Fanciullo. Ass.ti: J. Vitali, U. Cardoni.

CARVER CINECITTÀ 76: Cammillucci 12, Celesti 11, Ciancaglini 3, Afeltra 10, Giampaolo 3, Benincasa 2, Camarro ne, Manzotti 16, Fucek 2, Pagnanelli 17. Coach: M. Tretta. Ass,ti: C, Vercelli, M. Arcesi

Parziali: 11-25/ 16-14/ 23-19/ 20-18

Rimbalzi: Price 10. Afeltra 7

Assist: Meroi, Taurchini, Martino, Pebole, Cittadini 2