BOLSENA – Una vittoria che ribadisce la superiorità di queste ragazze… eh già perché nell’ultima partita di Campionato, l’Asd Bolsena Volley si è imposta per 3 set a 1 sull’Asd Pallavolo Civitavecchia. 25/13, 25/15, 23/25 e 25/13, questi i risultati dei singoli set che si sono giocati nel Palazzetto dello Sport di Bolsena, sotto gli occhi di centinaia di tifosi che per tutta la stagione hanno sostenuto il cammino delle ragazze. Erano presenti anche il delegato provinciale del Coni Alessandro Pica e il consigliere Fipav Carlo Serpieri che a fine gara, hanno consegnato le targhe alle giocatrici che hanno conquistato la Serie D.

 

Una targa è stata consegnata anche all’allenatore Achille Frasca che a fine gara ha detto: «Sono orgoglioso di aver allenato queste ragazze e di aver raggiunto insieme il traguardo della Serie D. E’ stato un anno particolare per tutti noi ma mai abbiamo abbassato la guardia e siamo riusciti a centrare un obiettivo che a molti, poteva sembrare un’utopia. Allenamento dopo allenamento, ho visto crescere le mie ragazze e questa è una soddisfazione impagabile. Sono veramente felice di far parte di questo gruppo che è rimasto unito dall’inizio alla fine. Ringrazio chi mi ha aiutato in questo percorso, al secondo allenatore Cinelli e al preparatore Pelecca. Un ringraziamento speciale va anche alla società e ai dirigenti che ci credevano fin dall’inizio del Campionato e noi, non li abbiamo delusi».

 

Gioia ed emozione anche da parte del presidente Pierluigi Puri: «Ringrazio tutte le ragazze per l’impegno e per i sacrifici che hanno dovuto affrontare in questa delicata stagione che però, ci ha visti vincitori. Un ringraziamento anche agli allenatori, al primo Achille Frasca, al secondo Valter Cinelli e al preparatore atletico Daniele Pelecca. Un grazie lo devo anche al sig. Pica, delegato provinciale del Coni e al rappresentante della Fipav di Viterbo Carlo Serpieri che hanno presenziato alla cerimonia di premiazione».

 

La Serie D è un traguardo importante, soprattutto per una realtà piccola come Bolsena e questa conquista è dedicata a chi ci ha creduto veramente dall’inizio alla fine, a chi non ha mollato mai, ai tifosi che hanno sostenuto le ragazze per tutte le partite, a chi, nonostante studio, lavoro, famiglia o lontananza, si è sacrificato per allenarsi e anche a chi non ci credeva e non continua a farlo. Come non ricordare Cristina Cappelloni, l’atleta scomparsa lo scorso inverno che è rimasta nei cuori di tutti. Questa vittoria è anche per lei, lei che da lassù starà sicuramente festeggiando insieme a tutti noi.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email