NEPI – “Rialzare la testa, continuare a lavorare guardando alla prossima gara”. Questo è il pensiero di Giampaolo Di Marco, coach della SEI Nepi, all’indomani della sconfitta rimediata a Roma in occasione dell’ultima trasferta, valida per la quinta giornata del campionato di pallavolo maschile di serie C.

 

La SEI Nepi ha subìto una battuta d’arresto abbastanza netta (3-0) che lascia la formazione nepesina ferma a dodici punti. Per tutta la settimana, compresa la gara giocata, la Sei Nepi è stata bersagliata dalla sfortuna: Millozzi fermo ai box per una contrattura sin dal martedì, Proietti out nel venerdì di rifinitura (non sappiamo ancora per quanto tempo, distorsione al ginocchio), Guzzago sofferente anch’egli per un problema fisico, ha stretto comunque i denti per scendere in campo, considerando le assenze; dulcis in fundo, dopo poche battute iniziali della gara con Casal Bertone, Papagna (che già sostituiva Proietti in regia), in uno scontro fortuito in gara, ne esce talmente malconcio che non è potuto più poter rientrare. Nonostante tutto i ragazzi scesi in campo ce l’hanno messa tutta per cercare di portare a casa un risultato positivo, ma ormai con delle certezze tecniche ormai saltate, un po’ di scoramento psicologico, e soprattutto un avversario agguerrito che ha colto al volo le difficoltà della SEI Nepi, hanno fatto il resto.

 

Queste le parole di Coach Di Marco :” Sappiamo che il momento è difficile, in alcuni ruoli adesso non abbiamo cambi, dobbiamo solo stare tranquilli affrontare le difficoltà gara per gara. Cosa chiedo alla squadra? Ci sono tutte le possibilità per rialzare la testa, il campionato è ancora nella fase iniziale e c’è tempo per compattarci e far crescere i nostri sistemi di gioco, appena superate queste difficoltà, riprenderemo la nostra marcia”.

 

 

Sabato 21 novembre, la SEI Nepi sarà di nuovo in campo in casa, stavolta sarà il turno del Tuscia Volley Team Viterbo, la nuova capolista, che vorrà sicuramente sfruttare questo momento negativo dei biancoverdi nepesini . “Pensavamo di arrivare a questo derby con Viterbo, in un momento migliore, non per la classifica, ma per tutti i problemi fisici a cui dobbiamo far fronte – conclude Giuseppe Poscolieri, presentando la sfida di sabato prossimo con la prima della classe – proprio questi problemi però, possono tornare a nostro vantaggio dandoci la possibilità di lavorare con meno tensione addosso, sapendo che è solo un momento e passerà”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email