Un sabato fantastico per i ragazzi viterbesi del Volley Life. Un incontro avvincente, ed incredibile contro la “prima della classe” del ASDP Zagarolo.

Partita molto equilibrata caratterizzata da blackout alterni e da un arbitraggio a tratti poco lucido. Nel primo set i padroni di casa partono male, intimoriti da uno Zagarolo molto incisivo soprattutto a muro e in difesa. Senza riuscire ad impostare il proprio gioco, la squadra di capitan Cuboni si ferma a 17 punti. Nel secondo set il Volley Life ha fatto “click” e si è acceso. Guidati da un Marco Valente in grande spolvero, la squadra ha portato in campo un gioco brillante, tutti hanno fatto il loro mestiere e soprattutto si sono uniti per raggiungere l’obbiettivo, set chiuso (25-22). Anche nel terzo set i padroni di casa hanno avuto la meglio combattendo contro una squadra di tutto rispetto e che sicuramente si merita il suo posto in classifica (25-22).

Nel quarto e altrettanto combattuto set, nonostante un buon avvio dei Viterbesi, lo Zagarolo riprendeva a martellare e rimontando chiudeva il set 22-25. Un quinto set al cardiopalma, al cambio di campo il Volley Life avanti di un punto. Un punto a punto con lo Zagarolo che sembrava spuntarla fino al punteggio di 11-13. La partita diventata inevitabilmente nervosa, ha visto il colpo di scena dopo la scelta del secondo arbitro di vietare le trombe alla tifoseria locale. Dopo un momento di incredulità generale, il PalaVolley esplode in un boato di tifo(sempre sportivo).

I ragazzi in campo fanno tesoro del fattore campo e sfruttando il supporto del gran pubblico presente diventato settimo giocatore in campo,vanno a vincere il set decisivo 20 a 18.

“Belle sensazioni e molta soddisfazione! Vedere il PalaVolley gremito, con un tifo sportivo, ma infernale, mi fa capire che stiamo sulla giusta strada. Avvicinare ragazzi ed appassionati nella nostra palestra, è motivo di orgoglio”, Commenta il tecnico Matteo Antonucci, che continua, “sono soddisfatto della prova dei miei ragazzi ed entusiasta per la risposta del pubblico viterbese, ma c’è molto da lavorare: la qualità tecnica e l’attenzione cala troppo in certi momenti delle gara e non ce lo possiamo permettere.”

L’euforia e la grinta mostrata dalla prima quadra non è stata recepita a sufficienza dalla nostra under 16 che nel campionato di eccellenza, contro una buona Civitavecchia, è riuscita a rimontare fino al 2 pari senza avere la forza di chiudere il match a proprio favore.

Sandro Carruba, dirigente della società viterbese rimane con i piedi a terra: “c’è da pensare subito alle prossime gare, sia nelle giovanili che con la serie c che giocherà nuovamente al PalaVolley, sabato 1 Dicembre alle 18:30. Lavoreremo per essere all’altezza in un altro scontro diretto con una compagine romana che ci segue in classifica di un solo punto”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email