Valerio Bertotto

VITERBO – Nessun riposo, tanto lavoro e si riparte subito dal campo: dopo la vittoria di domenica scorsa a Grosseto contro il Gavorrano, la Viterbese Castrense affronterà al “Rocchi”, per il turno infrasettimanale di campionato, domani pomeriggio alle 16,30 il Pro Piacenza.

Si tratta della seconda delle tre gare in programma in soli sette giorni, ma per il mister della Viterbese Valerio Bertotto questo tour de force non è un male. “Serve a tenere alta la concentrazione – spiega –, non c’è tempo di pensare e quindi di allentare la tensione. P

rocediamo step by step con il nostro percorso di crescita, limando ogni volta le difficoltà che possiamo incontrare e migliorando i nostri punti di forza”.

 

La lista degli infortunati sulla corsia sinistra resta immutata, anche contro il Pro Piacenza non ci saranno Varutti, Sanè e Pandolfi, ma il mister gialloblu recupera Kabashi, che rientra dopo due turni di squalifica. “Un’alternativa in più in una rosa completa e ben assortita – commenta Bertotto – e anche se tre gare in pochi giorni sono tante, non credo ci saranno problemi di tenuta da parte dei ragazzi. Abbiamo studiato il Pro Piacenza, è una squadra quadrata con qualità importanti, che viene da una brutta sconfitta. Hanno un allenatore esperto, capace, che conosce bene la categoria, quindi manteniamo alta l’attenzione”.

 

Nell’impostazione di gioco la Viterbese non cambierà, ma, come già accaduto col Gavorrano, si potrà vedere in campo qualche accorgimento tattico che consenta alla squadra di sfruttare al meglio le proprie potenzialità. “Interpretiamo una gara per volta – aggiunge l’allenatore gialloblu -, cercando di schierarci al meglio a seconda della necessità dell’incontro, senza stravolgere la nostra identità”.

 

Questi i giocatori convocati da mister Bertotto per l’incontro di domani contro la Pro Piacenza:  Andrade Siqueira Jefferson, Atanasov, Baldassin, Bismark, Celiento, Cenciarelli, Di Paolantonio, Iannarilli, Kabashi, Mbaye, Mendez, Micheli, Musacci, Pacciardi, Peverelli, Pini, Razzitti, Sini, Tortori, Vandeputte, Zenuni.

Commenta con il tuo account Facebook