Il giorno 17 maggio prossimo segnerà l’inizio del primo evento del Progetto “WAWES – Water Activities Valorizing European Socialization”, finanziato dal programma Erasmus + Sport della Comunità Europea al comitato territoriale UISP (Unione Italiana Sport Per tutti) di Viterbo. All’evento, che si terrà a Jurmala (in Lettonia) fino al 20 maggio, parteciperanno diverse associazioni sportive europee quali “I Hara Tou Paidiou” (Grecia), “Centre for Education” (Spagna), “Basiliko Athlitiko Morfotiko Orthodoxo Somateio Bamos” (Cipro) e “Biedriba Gribu But” (Lettonia).

Questo primo evento rappresenta il primo dei cinque previsti per i prossimi 24 mesi: due staff meeting e tre eventi internazionali per atleti e allenatori.

L’obiettivo del Progetto è quello di stimolare la partecipazione ad attività sportive, dando particolare rilievo al concetto di inclusione sociale e di pari opportunità e rendendo i partecipanti consapevoli degli effetti benefici dell’attività fisica. Un altro aspetto su cui WAVES si focalizza è quello della preservazione degli ambienti naturali, quali laghi, fiumi e mari attraverso la pratica di sport acquatici e da spiaggia come beach volley, beach soccer, kayaking, rowling, rafting, nuoto, kitesurf, dodgeball, beach tennis, sailing e yoga. Questo tipo di attività fisiche salutari mirano ad avere un forte impatto sul futuro oltre che sul presente. Il target del Progetto è costituito da atleti, allenatori, amatori, dirigenti sportivi, fisioterapisti e nutrizionisti in un range di età compreso tra i 18 e i 45 anni. Importante sarà anche l’ampia partecipazione di volontari, con lo scopo di promuovere, appunto, attività di volontariato in ambito sportivo e di consentire il libero accesso di tutti alla pratica sportiva. Fra le azioni previste in questo primo incontro tra i partner, vi sarà anche l’inizio di una campagna transnazionale sulla promozione dei benefici delle attività sportive, specialmente quelle acquatiche e da spiaggia, in preparazione alla settimana europea dello sport 2019/2020 prevista nel prossimo mese di settembre.

L’obiettivo che l’UISP si propone di raggiungere si coniuga perfettamente con quello del programma Erasmus Sport + e tale obiettivo è rappresentato dalla promozione dello sport non solo come attività fisica, ma come forma di crescita, fonte di integrazione e solidarietà. In particolare, grazie a WAVES potremo sfruttare l’opportunità di avere un confronto con altre realtà internazionali che porteranno senz’altro grandi vantaggi. È giusto che sia garantita la partecipazione di tutti e che si diffonda l’idea di sport come mezzo che unisce persone e culture differenti” queste le parole del Dott. Luca Bisti, presidente dell’UISP di Viterbo, che ha aggiunto, infine: “Spero che, al termine di questo Progetto, sia ben salda nelle menti di tutti i partecipanti l’idea di uno sport per tutti e di tutti, e che questo possa fungere da promotore di iniziative simili che portino alla condivisione e alla coesione sociale attraverso la pratica sportiva.”

La sig.ra Agrita Rusina, presidente dell’associazione Biedriba GRIBU BUT (LV), nonché associazione che ospiterà il primo evento nei prossimi giorni, ha invece dichiarato: “La realizzazione di questo primo evento a Jurmala rappresenta per la nostra associazione una soddisfazione incredibile ed il raggiungimento di un primo grande obiettivo. Applicare lo sport a livello europeo e coinvolgere un bel numero di volontari, è per noi un’aspirazione. Spero che i nostri ospiti possano vivere al meglio questa esperienza e che possa essere questo l’inizio di una forte e fruttuosa collaborazione.”

Il management dell’intero progetto WAVES e dei 5 eventi europei è curato dall’Agenzia ACe20 di Orte.