VITERBO – Non è servito alla Tusciarugby costringere gli avversari per tutto il secondo tempo nella propria metà campo per portare a casa la prima vittoria in questo campionato.

 

A Civita Castellana finisce a 7 a 26 per il Lanuvio con i ragazzi di Fabrizio D’Ottavio che rimangono in partita fino alla fine contro un’avversaria che solo sette giorni prima aveva strapazzato in casa (19/7) la seconda forza del campionato, quella Roma Urbe prossima avversaria dei biancorossi dopo la pausa pasquale.

 

Andrea Cecchinelli e compagni danno vita a quella che è fino ad oggi la loro migliore prestazione terminando la gara in 13 per la doppia espulsione di Maccioni (rosso ineccepibile) e di Stefano D’Ottavio, che firma l’unica meta e la successiva trasformazione, colpevole di un placcaggio, il primo, al collo. “Ma ci sta anche questo – commenta il presidente Giancarlo Guerra – diciamo solo che con un po’ di fortuna avremmo anche potuto raccogliere quanto avevamo fino ad allora seminato. Invece, dobbiamo ancora rimandare l’appuntamento con la vittoria che sono sicuro, prima della fine del campionato, arriverà anche per noi”.

 

Buona la prova del pacchetto di mischia, guidato da un super Walter De Luca, con Cecchinelli, Provenzano e Mecocci sugli scudi. Bene anche i tre quarti dove comincia a funzionare l’intesa tra Stefano D’Ottavio, Monarca e Santaniello e dove De Santis, ad estremo, è diventato una vera e propria sicurezza. Domenica prossima la Tusciarugby osserva il turno di riposo. Si torna a giocare domenica 12 aprile.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email