VITERBO – Testa fredda e cuore caldo. Senza questi due ingredienti è impossibile portare a casa il risultato.

E dire che sono bastati i primi sei minuti dell’incontro al Viterbo per segnare due mete, la prima con Sacca e la seconda con Carlo Borgatti che finalizza l’ottimo lavoro degli uomini di mischia che riescono a spingere il Capitano fin’oltre la linea di meta. Un uno-due che avrebbe potuto tagliare le gambe al Livorno che invece con grinta e caparbietà non si perde d’animo e con una punizione e una meta riesce a tornare in parità 10 a 10.

Torna a giocare il Viterbo e, grazie alla supremazia della mischia, segna altre due mete prima dello scadere del primo tempo con Baiocco e ancora Borgatti, chiudendo la prima frazione in vantaggio per 22 a 13. Poi nel secondo tempo una serie infinita di errori. Impossibile risalire il campo, neanche con i calci di punizione.

Troppi palloni caduti e passaggi in avanti e, nonostante una mischia superiore, il Viterbo non riesce a sfruttare la fase delle mischie chiuse a proprio vantaggio. Il Livorno spreca due clamorose occasioni per chiudere la partita ma insiste e, con la superiorità numerica per il giallo ad Andrea Menghini, segna la meta che con la successiva trasformazione porta avanti di un punto i labronici con ancora un quarto d’ora da giocare. Ma il Viterbo sembra aver finito le energie, fisiche e soprattutto mentali. Riesce ad entrare nei 22 avversari solo nel finale ma, causa l’ennesimo avanti, la palla passa al Livorno e la partita finisce. Due soli punti guadagnati, o meglio tre punti persi.

Formazione Union Rugby Viterbo: Buda, Saccà, Menghini A., Duri, Andreoli, Menghini M., Bonucci, Ceccarelli, Schirripa, Forti, Santucci, Capati, Baiocco, Borgatti, Mariottini. A disposizione: Desana, Raschi, Meo, Pompei, Porchiella, Basili, Del Tosto (tutti entrati nel secondo tempo)

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email