VITERBO – Grande spettacolo domenica scorsa al Sasso d’Addeo di San Martino al Cimino con la Tusciarugby opposta al Montevirginio per l’incontro valevole per la seconda giornata del campionato regionale di serie C di rugby poule 2 girone 1.

Al termine di ottanta minuti combattutissimi che hanno entusiasmato il numeroso pubblico accorso, ad imporsi sono stati gli ospiti che hanno sfruttato al meglio l’eccessivo nervosismo dei padroni di casa.

Già dal fischio di inizio del signor Porru la partita si accendeva con la Tusciarugby, tra le cui fila esordivano, attesissimi, Simon Picone e Simone Matzeu, che imponeva da subito un ritmo impressionate. Il Montevirginio, da squadra esperta, rispondeva colpo su colpo ma sembrava accusare la velocità di esecuzione delle giocate dei padroni di casa.
Dopo una meta e un calcio degli ospiti, capitan D’Ottavio (Stefano) accorciava le distanze centrando i pali su punizione.

Altra metà degli ospiti che approfittano ancora di una mancata presa al volo dell’estremo. I biancorossi sembrano comunque in grado di reagire prontamente

Poi, quello che non ti aspetti. Su un brutto placcaggio di Picone e la reazione dell’avversario, Mauro Moricone interviene su quest’ultimo. Ne nasce un parapiglia generale che vede il direttore di gara a costretto a comminare, giustamente, due cartellini rossi, a Picone e Moricone, trascurando però inspiegabilmente il fallo di reazione, pur evidente, del giocatore ospite.

Siamo al 20′ del primo tempo e la partita sembra avviarsi verso l’ennesima vittoria altisonante degli ospiti. Ma non è così. Il Tusciarugby che non ti aspetti tira fuori dal cilindro la migliore partita in assoluto della sua pur breve storia. Trascinati da un grande Simone Matzeu e da capitan D’Ottavio, i vari Gabriele Tocco, Leonardo Alfonsini e Andrea Giustini suonano la carica e costringono il Montevirginio a soffrire nella propria metà campo. Dopo un’altra meta degli ospiti sono proprio Alfonsini e Giustini a schiacciare l’ovale oltre la linea e a fissare il finale sul 13 a 34.

“Senza la doppia espulsione -commenta l’ex presidente Giancarlo Guerra- avremmo potuto decisamente puntare al bottino pieno. I ragazzi sono stati comunque fantastici senza mai tirarsi indietro nonostante in 13 per almeno tre quarti di gara. Sono prestazioni che fanno crescere. Oggi siamo finalmente consapevoli delle nostre potenzialità e penso che d’ora in avanti tutti dovranno faticare non poco per poter vincere sul nostro campo”. Gli avversari sono avvisati.

In mattinata, presso il Sandro Quatrini di Viterbo, esordio della Tusciarugby Under 12 in un concentramento che ha visto i giovani “riccetti” – insieme agli amici del Civita Castellana – aggiudicarsi il primo dei tre incontri e perdere i successivi.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email