Union Viterbo senza ostacoli nonostante gli uomini contanti. A Cecina finisce 38 a 12. Una vittoria che vale il nono successo di fila e il punto di bonus che consolida il primato in classifica davanti al Firenze. Nota negativa, gli infortuni di Iannaccone e Duri. Per il primo una distorsione alla caviglia, per l’altro un brutto colpo alla spalla, stop da valutare per entrambi.

In formazione rimaneggiata, con una panchina corta e Alessandro Lanzi (ancora da sottolineare la sua prova) dirottato a tallonatore, la Union impiega 20’ per passare. A rompere l’equilibrio ci pensa Iannaccone, imitato 5’ dopo da Viola per la trasformazione di Milani. Padroni di casa che reagiscono e riaprono subito la partita sfruttando un’ingenuità della difesa ospite. Allo scadere Basili ristabilisce le distanze. La sua meta chiusa il primo tempo sul 19 a 7.

Ripresa che vede la Union più tonica rispetto ai toscani. Alessandro Lanzi segna al 7’ la meta del bonus. Cecina approfitta dei contemporanei infortuni di Duri e Iannaccone (out entrambi al 20’) per accorciare. Neroverdi che però non si scompongono e segnano ancora con Basili e Santucci peri il 38 – 12 finale.

“Peccato per i due infortuni, speriamo non sia nulla di troppo serio – dice il direttore generale Marco Lanzi -. Ci portiamo a casa cinque punti importanti, alcuni aspetti vanno migliorati ma abbiamo dimostrato di esserci. Quando gli altri sono andati in debito di ossigeno noi abbiamo continuato a giocare. È un aspetto che, nel corso della stagione, potrebbe essere decisivo. Per raggiungere l’obiettivo fissato a inizio stagione serve però costanza, impegno e lavoro. Da martedì dobbiamo allenarci con ancora più determinazione”.