VITERBO – Durissimo l’impegno domenicale della Stella Azzurra contro la Air Fire Virtus Valmontone che guida, insieme a Napoli e Luiss, la classsifica del girone C.

La squadra ospite, un’autentica vetrina di stelle che unisce giocatori di grande classe ed elevata esperienza (Guarino, Bisconti, Caceres, Carrizo, De Fabritiis) a giovani ed indiscussi talenti (Reali, Saletti, Di Ianni, Di Francesco, Martino) è ancora caricata dalla vittoria casalinga nel derby di domenica scorsa contro Palestrina e si candida con ancor maggiore convinzione alla vittoria finale per il salto di categoria, forte delle sue sette vittorie su otto gare disputate sino ad oggi.

La Stella Azzurra è invece reduce dalla bellissima gara di Cassino, che seppur perduta, ha fatto vedere cose assai interessanti ed un salto di qualità sia nel gioco che nella mentalità con cui la squadra ha affrontato il difficile impegno contro i rossoblù.

L’obiettivo dei biancostellati è quello di crescere e migliorare ulteriormente gioco d’insieme e schemi, per poter poi affrontare quelle avversarie facenti parte della medesima “fascia” con maggiori possibilità di successo, cominciando a tirarsi fuori dalla situazione di classifica attuale in un campionato che sia pur difficile e composto da ottime compagini è certamente ancora molto lungo e nel quale può veramente succedere di tutto.

Contro Valmontone la Stella scende in campo cercando di ripetere la bella gara di sabato scorso e di sopperire, con il massimo impegno di tutti i suoi componenti, alla assenza prolungata di Marcante, che si spera di poter rivedere presto in campo a dare il suo apporto determinante alla causa biancoblu. Sui tempi del rientro non si hanno ancora certezze, ma la situazione sembra possa definirsi entro la settimana, per poi valutare al meglio i tempi di recupero ed averlo così completamente ristabilito per le gare finali del girone di andata.

La partita contro la capolista è ovviamente di quelle tra le più difficili da affrontare, ma i ragazzi daranno come sempre il massimo ormai convinti che anche contro le avversarie più forti sono capaci di esprimere un basket di buon livello che può creare difficoltà a tutti, in gare in cui è obbligatorio lottare su ogni pallone fino alla sirena finale.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email