VITERBO – Una gara che vale un’intera stagione quella che la Stella Azzurra giocherà sabato sera, sul parquet di Maddaloni.

Ma analogo valore la sfida avrà per i padroni di casa. Infatti chi uscirà vincitrice conquisterà un posto nei playout per giocarsi poi, al meglio delle tre gare, la permanenza in serie B. La sconfittà lascerà la categoria ed il prossimo anno, recuperi a parte, disputerà il campionato di C1.

Quaranta minuti per un solo posto, ma per entrambe le contendenti il campo dopo 29 partite ha detto questo. Pari i punti in classifica e quindi nessun calcolo sul punteggio di gara 1 (che aveva visto prevalere i biancostellati). Bisognerà fare un punto in più dell’avversaria e solo questo conterà.

Fanciullo porta in terra campana il roster tipo, recuperando tutti gli effettivi protagonisti del campionato. I ragazzi hanno fatto una buona settimana di allenamento, escono da un’ultima gara contro Barcellona perduta solo all’overtime, ma sapendo che contro la seconda in classifica hanno disputato veramente un ottimo match. L’importante sarebbe riuscire a ripetere una prestazione di pari livello, che aveva fatto vedere difesa, aggressività e buone percentuali al tiro.

I ragazzi sanno ovviamente quale sia l’importanza della partita, ma fondamentale sarà giocare la gara al massimo delle proprie possibilità, magari anche oltre, non facendosi sopraffare da pressioni psicologiche o condizionamenti di alcun tipo. Si andrà in campo certamente tesi come è ovviamente comprensibile, ma consapevoli delle proprie caratteristiche e pronti ad esprimere soprattutto quella maturità necessaria per ottimizzare la propria prestazione. Inutile e dannosissimo sarebbe invece subire troppo l’importanza del match, dovendo invece affrontarlo con totale concentrazione, ma senza blocchi mentali di alcun tipo.

Maddaloni ha ovviamente dalla sua il fattore campo, ma anche per i ragazzi di Monda il compito non sarà certamente facile, vista la pressione che graverà sui padroni di casa, gli analoghi problemi e le stesse condizioni psicologiche dei propri avversari.

Gara quindi che si attende vibrante e combattuta come si conviene ad uno “spareggio” di questo tipo.
Palla a due alle 20,30, sotto la direzione di Antonio Di Bartolomeo di Cellino San Marco ed Alberto Perocco di Ponzano Veneto.

Commenta con il tuo account Facebook