VITERBO – Non riesce ad uscire dal momento difficile che nelle ultime settimane sta vivendo, la Stella Azzurra-Ortoetruria che si deve arrendere anche alla Vis Nova alla fine di una partita che al PalaMalè si chiude 61-56 per gli ospiti.

E c’è da dire che i biancostellati erano partiti con il piede giusto e con quella autorevolezza a cui avevano abituato, chiudendo sul 21-12 una prima frazione quasi perfetta per rapidità di gioco e percentuali di realizzazione.

Ma come nelle ultime settimane più volte si è verificato, nel secondo quarto i viterbesi uscivano dal campo e non riuscivano più a trovarsi nelle trame di gioco indicate dal coach. Male la difesa, poche le realizzazioni, troppe le palle perse malamente.

La Vis Nova giocava la sua onesta gara, affidandosi ad un super Martino ed alle realizzazioni da fuori di Argenti. Sarebbe potuto non bastare se l’Ortoetruria avesse saputo crederci e soprattutto lottare all’unisono per raggiungere il risultato.

Ma troppe le pedine importanti che stasera sono mancate ai viterbesi: Manetti, peraltro utilizzato solo pochi minuti perchè colpito da un virus influenzale. Baldelli, mai allenatosi in settimana e decisamente non in partita. Milazzo, apparso molto al di sotto delle sue possibilità e Caridà, certo utilissimo in attacco, ma di fatto assente in difesa.

Fanciullo ha utilizzato per tutti i 40′ Rovere sembrato in crescendo, ed a lungo Luzza che ha arpionato 20 rimbalzi e segnato 16 punti, come Meroi che ha dato soliti dinamismo e lucidità alla manovra ed un positivo Rogani. Buona anche la serata di Telesca, soprattutto in difesa.

Ma tutto questo non è comunque stato sufficiente per conquistare i due punti per i padroni di casa apparsi ancora mentalmente scarichi. Privi di quella brillantezza e di quel gioco corale che sono certamente le loro caratteristiche vincenti. Che i biancoblu dovranno recuperare al più presto se vorranno essere protagonisti dei playoff. La Vis Nova ha giocato con maggiore ordine. Soprattutto non perdendo mai la concentrazione dopo un primo quarto difficile. Due punti pesanti per continuare a scalare posizioni in graduatoria.

Ora La Stella è ancora in testa alla classifica, pur avendo nelle ultime settimane permesso alle inseguitrici di recuperare punti preziosi. Si ritornerà in campo sabato a Fondi, contro i locali che lottano per evitare i playout. Non sarà una gara facile, ma la Stella deve ritrovare concentrazione, testa e voglia di soffrire da parte di tutti per tornare ad essere veramente grande.
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email