VITERBO – Nella prima gara del girone di ritorno la Stella Azzurra Viterbo-Ortoetruria supera tra le mura amiche del PalaMalè la SMIT Roma e mantiene la testa della classifica. La prima nota positiva per i padroni di casa è il rientro in campo e subito nello starting five di Baldelli, dopo il lungo stop successivo all’infortunio subìto contro la Vis Nova. Fanciullo ritrova anche Meroi, assente ad Anzio, ma non può schierare Misino i cui tempi di recupero si spera possano comunque essere brevi.

I biancostellati partono immediatamente forte con cinque punti di Caridà ed una tripla di Manetti e conducono la gara senza alcun problema contro una buona squadra capitolina che però trova difficoltà ad interromprere la rapida circolazione della palla avversaria e soprattutto patisce la fisicità dei viterbesi. 23-8 dopo il primo quarto e 32-10 al 15′ esprimono con chiarezza il rapporto tra le forze in campo. Fanciullo concede quindi ampie rotazioni ai suoi ragazzi, per far rifiatare tutti dopo la gara di Anzio giocata solo tre giorni prima. Gai e compagni sono bravi a rimanere in partita mentre la Stella allenta la sua difesa. Uno scatenato Ligas segna dieci punti di fila e la tripla di G. Spinosa riporta a -10 i romani prima che Telesca realizzi un canestro proprio sulla sirena prima del riposo lungo.

Al ritorno in campo una tripla di Manetti e due liberi di Baldelli fanno riallungare i padroni di casa, ma la SMIT non vuole cedere e Spinosa e Giorgi la riportano sul -7 una prima volta, imitati da Mastrelli 2′ più tardi. Ma la Stella, sia pure non brillantissima ed un po’ affaticata, sembra però non perdere mai il controllo della gara e con due conclusioni di Rovere e Caridà chiude la terza frazione sul 58-48. Dopo una bomba iniziale di Mastrelli, Rovere e Caridà rispondono con due conclusioni da oltre l’arco e Luzza chiude una bella penetrazione a canestro. Ancora Luzza e Caridà ridanno il +16 all’Ortoetruria e Manetti fa +20 a 4′ dalla fine.

Fanciullo opta altre numerose rotazioni dalla panchina e gli ultimi minuti sono di garbage time. All’ultima sirena il tabellone recita 77-61 per la Stella che conquista altri due punti e mantiene, ancora solitaria, la testa della classifica.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email