«La splendida cornice del Foro Italico, a Roma, il luogo ideale per ospitare un evento a carattere mondiale promosso dalla F.I.T.A., la Federazione Italiana Taekwondo del presidente Angelo Cito.
Il settore Freestyle vedeva in gara i primi otto atleti al mondo, e in questa disciplina è arrivata una splendida medaglia di bronzo per la coppia Elena Blundi e Michelangelo Sampognaro diretti dal direttore tecnico Andrea Notaro campione al mondo nel settore forme e atleta plurimedagliato».

A dichiararlo è il delegato provinciale di Viterbo Roberto Viglietta che in questi giorni ha partecipato nell’organizzazione dell’evento oltre ai combattimenti per il settore olimpico, al torneo kim e liu rivolto ai giovanissimi atleti e al Drin coup che vedrà una gara a squadre regionali. La squadra del Lazio è campione in carica già dalla scorsa edizione.

«Orgoglioso di far parte di una federazione giudicata leader nel contesto mondiale e olimpico. Un grazie a questi atleti e i tecnici che si impegnano per ottenere ottimi risultati, e un invito a provare il taekwondo presente anche nella nostra provincia», ha concluso il delegato di Viterbo Roberto Viglietta.

Commenta con il tuo account Facebook