Un settore giovanile che abbia l’ambizione di diventare una vera e propria scuola, capace di insegnare calcio a bambini e ragazzi mantenendo quei valori di inclusione, condivisione, unione e rispetto che sono alla base della filosofia del Tarquinia Calcio.

La stagione agonistica è alle spalle solo da qualche ora, ma la società blugranata rilancia in vista del 2020/2021. Per la prima volta da quando ha riattivato la scuola calcio, il settore giovanile del Tarquinia Calcio coprirà, infatti, tutte le categorie: dalla Juniores a scendere, Allievi, Giovanissimi, Esordienti, Pulcini e Primi Calci. Insomma, tra qualche settimana, quando riaprirà la segreteria della società dopo un meritato periodo di ferie e relax, si potranno iscrivere tutti i giovani calciatori e le giovani calciatrici sino ai nati nel 2016.

Un passo in avanti ambizioso ma consapevole da parte di una società che, in questi anni, ripartendo da zero, ha ricostruito una struttura fatta di staff, tecnici e squadra, ma soprattutto di valori condivisi, con una credibilità cresciuta anno dopo anno e confermata, quotidianamente, dai ragazzi e genitori che vengono al campo.

Questo ulteriore salto non è, naturalmente, un passo facile o immediato, ed è per questo che la società è al lavoro da settimane per costruire un impianto tecnico e dirigenziale in grado di affrontare una sfida bellissima: quella di chiudere il cerchio e riunire, sotto una sola grande bandiera, tutte le età del calcio a Tarquinia, dalla prima squadra ai piccolissimi.