VITERBO – Finisce sui campi del circolo Scaligero di Verona la stagione entusiasmante della Saggini Viterbo, a un passo del sogno della serie B. È mancata un po’ di fortuna ai ragazzi del Tennis Club sia nel sorteggio degli avversari dei play off e sia nella giornata della semifinale di Domenica.

 

Una stagione lunga, iniziata più di tre mesi fa e affrontata da tutti ragazzi del circolo; ragazzi che, grazie al sostegno dei maestri, degli sponsor Saggini costruzioni e Banca di Viterbo e della gente che li ha sostenuti nelle varie trasferte, hanno portato il TC Viterbo tra le prime 5 squadre del Lazio e a confrontarsi con le migliori squadre d’Italia. L’impresa di battere Verona però non è riuscita, la giornata è iniziata subito male con la sconfitta di Davide Guerra ad opera di Emanuele Castiglioni (2.8) col risultato di 7/6 6/3.

 

Le speranze viterbesi di pareggiare subito i conti erano sulle spalle di Fausto Barili, che dopo aver vinto il primo set 6/3 e perso il secondo 6/2 è stato sconfitto da Steven Schmelzer (2.8) e dalla sfortuna nel tie break del terzo set 7-5. Sul risultato di 2 incontri a 0 sono scesi in campo Raffaele Censini (2.4) contro Filippo Ghidetti (2.4) e Daniele Silvestre (2.5) contro Alessandro Castiglioni (2.6), nel primo caso é arrivata la vittoria per la Saggini (3/6 6/1 6/0) , nel secondo Silvestre é stato sconfitto da Castiglioni 6/2 7/5. Con i singolari conclusi sul 3-1 per Verona , Viterbo doveva vincere entrambi i doppi per arrivare al doppio di spareggio, ma la sconfitta della coppia Censini/ Fondi nel primo doppio ha reso inevitabile la sconfitta.

 

Sarà Verona ad affrontare il Raffaelli nella finalissima, ai ragazzi della Saggini resta la consapevolezza di aver giocato comunque una grande stagione, eliminato squadre che sembravano sulla carta favorite e aver raggiunto quello che era l’obiettivo fissato ad inizio stagione: raggiungere la fase nazionale.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email