FERMO –”È stata una tappa pazzesca, corsa come se non ci fosse domani, sempre a tutta! Sono contentissimo della mia vittoria di oggi. È stato molto triste vedere lungo il percorso il disastro del terremoto, sembrava irreale, mi dispiace tanto per loro.”

Queste le prime parole a caldo di Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), subito dopo aver conquistato la sua seconda vittoria di tappa in questa edizione della Tirreno-Adriatico NamedSport.

Nairo Quintana (Movistar Team) mantiene la testa della Classifica Generale davanti a Thibaut Pinot (FDJ), che ha guadagnato una posizione dopo il ritiro di Adam Yates (Orica-Scott).

RISULTATO DI TAPPA
1 – Peter Sagan (Bora-Hansgrohe) 210km in 5’00’05”, media 41.988 km/h
2 – Thibaut Pinot (FDJ) s.t.
3 – Promoz Roglic (Team Lotto NL – Jumbo) s.t

CLASSIFICA GENERALE
1 – Nairo Quintana (Movistar Team)
2 – Thibaut Pinot (FDJ) a 50″
3 – Rohan Dennis (BMC Racing Team) a 1’06”

Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da NamedSport – Nairo Quintana (Movistar Team)
Maglia Rossa, leader della classifica a punti, sponsorizzata da FSA – Peter Sagan (Bora-Hansgrohe)
Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Snello Rovagnati – Nairo Quintana (Movistar Team)
Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Selle Italia – Egan Bernal (Androni Giocattoli )

Il vincitore di tappa Peter Sagan, ha dichiarato: “Non mi sentivo tanto bene oggi e in gruppo siamo andati velocissimi da subito. Era come se gli altri corridori non sapessero quanto dura fossa questa tappa. Rafal Majka si è sacrificato e ha lavorato tantissimo per mettermi in condizione di vincere. Sono riuscito a rientrare sui primi solo all’ultimo chilometro. Se questa fosse stata una gara di un giorno, forse non sarei riuscito a rimanere davanti. Gli scalatori avevano speso tante energie ieri, mentre io me la sono presa con calma nel salire al Terminillo.”

Evandro Stefanoni

Commenta con il tuo account Facebook