FERMO –”È stata una tappa pazzesca, corsa come se non ci fosse domani, sempre a tutta! Sono contentissimo della mia vittoria di oggi. È stato molto triste vedere lungo il percorso il disastro del terremoto, sembrava irreale, mi dispiace tanto per loro.”

Queste le prime parole a caldo di Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), subito dopo aver conquistato la sua seconda vittoria di tappa in questa edizione della Tirreno-Adriatico NamedSport.

Nairo Quintana (Movistar Team) mantiene la testa della Classifica Generale davanti a Thibaut Pinot (FDJ), che ha guadagnato una posizione dopo il ritiro di Adam Yates (Orica-Scott).

RISULTATO DI TAPPA
1 – Peter Sagan (Bora-Hansgrohe) 210km in 5’00’05”, media 41.988 km/h
2 – Thibaut Pinot (FDJ) s.t.
3 – Promoz Roglic (Team Lotto NL – Jumbo) s.t

CLASSIFICA GENERALE
1 – Nairo Quintana (Movistar Team)
2 – Thibaut Pinot (FDJ) a 50″
3 – Rohan Dennis (BMC Racing Team) a 1’06”

Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da NamedSport – Nairo Quintana (Movistar Team)
Maglia Rossa, leader della classifica a punti, sponsorizzata da FSA – Peter Sagan (Bora-Hansgrohe)
Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Snello Rovagnati – Nairo Quintana (Movistar Team)
Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Selle Italia – Egan Bernal (Androni Giocattoli )

Il vincitore di tappa Peter Sagan, ha dichiarato: “Non mi sentivo tanto bene oggi e in gruppo siamo andati velocissimi da subito. Era come se gli altri corridori non sapessero quanto dura fossa questa tappa. Rafal Majka si è sacrificato e ha lavorato tantissimo per mettermi in condizione di vincere. Sono riuscito a rientrare sui primi solo all’ultimo chilometro. Se questa fosse stata una gara di un giorno, forse non sarei riuscito a rimanere davanti. Gli scalatori avevano speso tante energie ieri, mentre io me la sono presa con calma nel salire al Terminillo.”

Evandro Stefanoni

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email