VITERBO – Ancora una sconfitta interna domenica per la Tusciarugby contro il Rugby Praeneste, una delle squadre più in forma del girone e in piena corsa per la promozione in C1.

 

Nonostante il divario in classifica, e il fatto, alla fine determinante, che i biancorossi avessero gli uomini contati, i ragazzi di Giancarlo Guerra hanno disputato una delle loro migliori partite del girone di andata e, con qualche cambio in più, avrebbero anche potuto provare a portare a casa la partita.. Sì perché i vari Cicchetti, Piana (al rientro dal primo minuto dopo un infortunio), Ratano (tra i migliori dei suoi), Silvi e capitan Monarca in grande spolvero hanno pressato in continuazione gli ospiti costringendoli spesso a stazionare nella loro metà campo e a commettere falli nella trasmissione del pallone. Il Praeneste, dal canto suo, è stato bravissimo a capitalizzare al meglio le poche occasioni avute per segnare, riuscendo, a fatica, e dopo notevoli sforzi, a siglare la meta del bonus solo nei minuti finali quando Montella e compagni, esausti, aveva dato fondo a tutte le energie.

 

“Devo fare i complimenti alla squadra –commenta il presidente Guerra negli spogliatoi- perché in una giornata come oggi, dove ci si aspettava di subire un’infinità di mete, è riuscita a mettere pressione per tutto l’arco della gara ad un avversario sicuramente meglio organizzato, almeno sulla carta. Ora, nel girone di ritorno, mi aspetto grandi cose ad iniziare dalla prossima partita, sempre in casa, il 7 febbraio con il Civitavecchia”.

 

Graditissima, infine, la visita negli spogliatoi del Tusciarugby dell’ex nazionale romeno Nicolae Racean (due mondiali all’attivo), che ha voluto omaggiare i biancorossi donandogli il pallone ufficiale della Nazionale romena con il suo autografo.

 

Purtroppo, al termine dell’incontro è arrivata la notizia della scomparsa del papà di uno dei giocatori del Tusciarugby, Stefano Marinelli, a cui vanno le più sentite condoglianze da parte dei compagni e della dirigenza.

 

IMG-20160124-WA0003

Commenta con il tuo account Facebook