VITERBO – Avrebbe dovuto essere la partita del riscatto dopo la sfortunata gara persa a tempo scaduto con i Bisonti a Frosinone. Invece, a determinare il risultato della gara di ieri con la Primavera Roma sono state ancora una volta le numerose assenze per di più in ruoli chiave.

 

Eppure all’inizio del secondo tempo, il primo si era chiuso con i capitolini in vantaggio di tre mete –di cui due autentici regali -con una fallita per un soffio dagli ospiti, sembrava che le cose potessero prendere una piega diversa. Capitan Cecchinelli e compagni prima segnavano una meta con Giallo Fabiani, poi costringevano i romani per almeno venti minuti nei loro ventidue andando vicinissimo in più di un’occasione alla segnatura (Del Cima). Poi, la stanchezza e i cambi con ragazzi ancora inesperti hanno consentito alla Primavera di dilagare e fissare il finale sul 42 a 5.

 

Davvero ottima, ancora una volta, la direzione di gara del signor Culocchi.

 

Dopo la pausa natalizia il campionato riprenderà il 17 gennaio quanto al Sasso d’Addeo di San Martino al Cimino sarà di scena lo Spartaco Roma.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email