CAPODIMONTE – Tutto pronto a Capodimonte per il trofeo di vela “Giorgio Mauro Schirripa”, giunto alla sesta edizione, che si svolgerà domenica 24 maggio a partire dalle ore 11. La manifestazione è organizzata dall’associazione Eta Beta, presieduta da Aurelio Cozzani, in collaborazione con l’Ausl di Viterbo e il club nautico locale. La giornata è dedicata alla memoria del neuropsichiatra infantile scomparso qualche anno fa, fondatore di Eta Beta. Al trofeo prenderanno parte numerose imbarcazioni messe a disposizione dal club nautico e composte da equipaggi, in arrivo da tutta Italia, che hanno fatto della vela una grande occasione di riabilitazione.

 

Alla manifestazione partecipano diverse scuole superiori della provincia di Viterbo e Roma. Schirripa, tra l’altro, fu tra i primi in Italia a credere nella vela come attività socio-riabilitativa: con la vela, infatti, si “incontrano” gli altri, si fa gruppo, sperimentando, potenziando e ampliando le proprie abilità e conoscenze. Ai vincitori sarà consegnato un trofeo realizzato per l’occasione dal maestro Alessio Paternesi. La premiazione avverrà alle ore 17.30 nella sala del Museo della Navigazione di Capodimonte.

 

Il trofeo si inserisce in un progetto della Ausl di Viterbo dal titolo accattivante, “Via col vento”, che propone questa attività ad un gruppo di ragazzi e giovani adulti, dove Eta Beta, l’Ausl di Viterbo e la Federazione Italiana Vela costituiscono una buona sinergia operativa. Il progetto, portato avanti oltre che da Ausl Viterbo ed Eta Beta, anche dalla cooperativa sociale “Gli anni in tasca”. L’idea di istituire un trofeo dedicato a Giorgio Mauro Schirripa è nata per dare il giusto riconoscimento a chi ha ispirato tutta la sua opera in un’unica frase: “Riconoscere ciascun ragazzo come soggetto di diritto e persona che ha diritto alla felicità”. Da segnalare, infine, che la regata è stata possibile grazie anche all’impegno e alla sensibilità del sindaco di Capodimonte, Mario Fanelli.

Commenta con il tuo account Facebook