VIGNANELLO – Va in scena sabato 28 novembre nel teatro Comunale di Vignanello il secondo e ultimo appuntamento della prima edizione di “Lo sport in bianco e nero”, rassegna di autori pronti a descrivere lo sport che fu. Scavalcato il primo incontro (la storia dell’Heysel raccontata dallo scrittore aretino Francesco Caremani) salgono sul palco questo fine settimana cinque autori, che racconteranno le vicende di tre eventi sportivi degli anni Ottanta.

 

Alle 17 verranno presentati i libri “Roma Story”, di Adriano Stabile, e “Banco!”, di Luca Pelosi: dal calcio al basket per raccontare i successi delle due squadre romane. A seguire, ore 18, il gruppo “I MaRiTozzi” interpreterà “Italia-Brasile ’82 e le altre”, un reading dedicato alla memorabile sfida del mundial spagnolo.

 

Adriano Stabile, 42 anni, giornalista professionista, freelance, attualmente collabora il quotidiano on line Roma Post e la web tv Zoomin Tv. Dal 2008 al 2013 è stato responsabile dello sport di “DNews Roma”. Ha pubblicato 7 libri tra i quali “Lazio 1974” (Libreria Sportiva Eraclea, 2004), As Roma grazie lo stesso (Castelvecchi, 2010), Tutti gli uomini che hanno fatto grande l’As Roma (Castelvecchi, 2010). L’ultimo suo libro è Roma Story (Edizioni della Sera
Luca Pelosi, classe 1978, è giornalista professionista dal 2007: redattore de “Il Romanista” dal 2004 al 2014, attualmente è speaker di “Roma Radio” e cura l’ufficio stampa della federazione di football americano. Ha pubblicato i libri “Banco! – L’urlo del Palaeur”, dedicato all’epopea del Bancoroma basket e “La squadra che non c’era”, il racconto della stagione 2012-13 della Virtus Roma. Non esiste sport di cui non abbia scritto, che non abbia guardato o che non abbia praticato almeno una volta. Sportivo non solo di penna, ha portato a termine 19 maratone.

 

I “MaRiTozzi” – al secolo Antonello Ricci, Alessandro Tozzi e Massimiliano Morelli – sono nati artisticamente nel 2012 a “Caffeina”, Viterbo, quando portarono in scena proprio la sfida di 33 anni fa contro i verdeoro con Paolo Rossi in platea visibilmente commosso per la rappresentazione. Dopo l’appuntamento vignanellese proporranno un’altra loro opera, dedicata allo scudetto laziale del 1974, a Selci in Sabina e a Viterbo. Nel 2016 hanno in programma un tour con un reading teatrale dedicato alla Coppa dei Campioni.

Commenta con il tuo account Facebook