A Rocca Priora va in scena il big match tra i gialloblù e la capolista Lupa Castelli Romani. In gioco il campionato.

 

Massimiliano Chindemi

 

VITERBO – E’ il giorno della verità. Quello che potrebbe decidere le sorti del campionato. E’ il giorno di Lupa Castelli Romani – Viterbese, sfida che, in un modo o nell’altro, dirà se i gialloblù potranno continuare a cullare il sogno di un ritorno in Lega Pro.

 

Lo scenario, certamente poco consono all’importanza rivestita da questa gara, è il “Montefiore” di Rocca Priora, impianto chiuso al pubblico per motivi di sicurezza in cui, a partire dalle 14.30, le due super potenze del girone G daranno vita a un match certamente intenso.

 

Per la Lupa Castelli, che nell’ultimo turno di campionato è riuscita a strappare un pareggio (grazie anche ad alcune discutibili decisioni arbitrali) in casa del Budoni, sono quest’oggi a disposizione due risultati su tre. Oltre alla vittoria, infatti, la capolista potrebbe ritenersi soddisfatta anche di un pareggio, che le consentirebbe di mantenere immutate le distanze dagli inseguitori gialloblù.

 

Scelta obbligata, invece, per la Viterbese, chiamata necessariamente a vincere non solo per portarsi a ridosso della capolista, ma anche per acquisire un vantaggio negli scontri diretti con l’attuale capolista.

 

Tanti i motivi di interessi relativi al match odierno. Ad affrontarsi saranno infatti la miglior difesa del campionato (quella della Lupa con appena 13 gol subiti) e il miglior attacco, quello della Viterbese (con ben 59 gol realizzati). Quella di oggi sarà però anche una sfida tra grandi bomber, con Nohman e Siclari da una parte, Oggiano, Morini e Pippi dall’altra.

 

Insomma, un vero e proprio match stellare che, ci auguriamo, possa essere disputato all’insegna dello spettacolo, senza essere rovinato da decisioni arbitrali unilaterali.

 

Per quanto riguarda i gialloblù (caricati ieri allo stadio Rocchi dal tifo caloroso di un centinaio di tifosi), mister Ferazzoli confermerà in blocco modulo e undici titolare, che vedrà Fadda in porta; Perocchi, Dalmazzi, Scardala e Pacciardi in difesa; Giannone e Nuvoli a centrocampo; Oggiano, Neglia e Morini alle spalle di Pippi. In alternativa, là davanti, Morini e Pero Nullo sulle fasce, con Pippi e Saraniti di punta. Ad arbitrare il big match del girone G sarà il signor Simone Sozza di Seregno, coadiuvato dagli assistenti Tiziano Notarangelo di Cassino e Michele Dell’Università di Aprilia.

 

Serie D, girone G – Recuperi

 

LUPA CASTELLI ROMANI – VITERBESE CASTRENSE
GI.CA. SORA – SAN CESAREO

 

CLASSIFICA

 

LUPA CASTELLI ROMANI 52
VITERBESE CASTRENSE 48
SAN CESAREO 40
OSTIAMARE 38
APRILIA 34
FONDI 33
NUORESE 32
ARZACHENA 31
BUDONI 30
GI.CA. SORA 28
ASTREA 28
OLBIA 27
CYNTHIA 25
SELARGIUS 23
ISOLA LIRI 20
PALESTRINA 19
TERRACINA 16
ANZIOLAVINIO 7

 

Penalizzazioni: Palestrina -2; Sora e Isola Liri -1

 

Prossimo turno – 23^ giornata (22/02/2015 – 6^ di ritorno)

 

APRILIA – PALESTRINA
ARZACHENA – SELARGIUS
FONDI – ASTREA
ISOLA LIRI – ANZIOLAVINIO
LUPA CASTELLI ROMANI – GI.CA. SORA
NUORESE – OSTIA MARE
OLBIA – TERRACINA
SAN CESAREO – BUDONI
VITERBESE CASTRENSE – CYNTHIA

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email