VITERBO – La Viterbese pareggia per 2-2 la seconda gara di Coppa Italia, disputata contro l’Olbia allo stadio Rocchi.

Per il match contro i sardi mister Bertotto manda in campo, come preannunciato, una formazione all’insegna del turnover più totale, proponendo una formazione rivoluzionata per 10/11 rispetto al match di campionato contro l’Arzachena (unico superstite Cenciarelli).

Nelle fasi iniziali di gioco la gara fatica a decollare, con le due squadre che si preoccupano più di prendersi reciprocamente le misure.

La prima vera occasione da annotare arriva infatti solo al 22’ e porta la firma di Arras, che con un bel sinistro (deviato) dai venti metri sfiora il palo alla destra di Pini.

La Viterbese risponde 4 minuti più tardi con Mendez, il cui potente destro a giro dal limite dell’area esce di pochi centimetri dalla porta difesa da Van Der Want.

Si arriva alla mezzora e la Viterbese inizia a pigiare il piede sull’acceleratore: gli effetti, per gli avversari, sono devastanti.

Da una progressione di Bismark parte infatti l’azione del vantaggio gialloblù, con Razzitti che ribadisce in rete di testa un pallone ristagnante in area piccola.

L’Olbia prova reagire con un’insidiosa punizione di Murgia, ma la Viterbese sembra poter essere implacabile ad ogni ripartenza, come dimostra il palo interno colpito da Mendez al 37’.

Nella ripresa la Viterbese entra in campo per chiudere definitivamente i giochi, costringendo l’Olbia a ripiegare in massa nella propria metà campo.

La gara, tuttavia, sembra incamminarsi verso la vittoria di misura da parte dei gialloblù ma, al 32’, l’arbitro sancisce un calcio di rigore in favore dell’Olbia per atterramento di Murgia ad opera di Sanè. Dal dischetto il neo entrato Ragatzu spiazza Pini e riporta in parità il match.

Il vantaggio dei sardi dura però solo il giro di quattro minuti, fin quando Cenciarelli, con un preciso diagonale scoccato dal cuore dell’area, trafigge Van Der Want per il gol del 2-1.

Sembra fatta ma, proprio al 90′, Feola, complice un rilassamento collettivo dei gialloblu, mette a segno la rete del definitivo 2-2.

Con questo pareggio la Viterbese conquista il primo posto del girone (grazie alla miglior differenza reti) e si qualifica di diritto per la fase finale della Coppa Italia Serie C.

Massimiliano Chindemi

2 Viterbese Castrense: Pini; Pandolfi, Atanasov, Pacciardi, Sanè; Zenuni, Cenciarelli (40’ st Musacci), Mendez (35’ Tortori); Di Paolantonio (35’ st , Baldassin), Razzitti, Bismark. A disposizione: Iannarilli, Peverelli, Celiento, Musacci, Vandeputte, Michele, Sini, Mbaye, Jefferson. Allenatore: Bertotto

2 Olbia: Van Der Want; Pinna, Leverbe, Da Cunha, Manca; Vispo, Geroni (1’ st Muroni), Piredda (11’ st Feola); Arras (30’ st Ragatzu), Murgia, Senesi. A disposizione: Aresti, Idrissi, Dametto, Iotti, Ogunseye, Pisano, Cotali, Marongiu. Allenatore: Mereu

Arbitro: Provesi di Treviglio (Cecchi di Pistoia – Berti di Prato)

Marcatori: 33’ pt Razzitti; 32’ st Ragatzu; 36’ st Cenciarelli; 45′ st Feola

Note: ammoniti: Atanasov, Cenciarelli. Angoli: 3-3 Spettatori: 300 circa. Giornata soleggiata. Terreno in discrete condizioni. Recupero: 0’ pt – 3’ st.

CLASSIFICA

Viterbese Castrense 4
Olbia 4
Arzachena 0

Giornata 1 – 06/08/2017
Olbia-Arzachena 2-1
Riposa Viterbese

Giornata 2 – 30/08/2017
Arzachena-Viterbese 0-3
Riposa Olbia

Giornata 3 – 06/09/2017
Viterbese-Olbia 2-2
Riposa Arzachena

Commenta con il tuo account Facebook