VITERBO – Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Il primo round della fase a orologio ha visto i ragazzi della Favl Basket avere la meglio di una Rieti che per la terza volta su tre incontri giocati è stata battuta da Tola e compagni che hanno dimostrato per buona parte del match di aver cominciato ad assimilare i dettami di “Lollo” Tedeschi che nei pochi allenamenti avuti a disposizione la settimana scorsa aveva comunque cercato di mettere a punto un nuovo tipo di gioco basato sui recuperi difensivi, e sul gioco in velocità.

Il nuovo tipo di gioco chiesto da Tedeschi ai ragazzi è sembrato senza dubbio affine alle caratteristiche della squadra che ora può sfruttare maggiormente l’atleticità di elementi come Maskall – Wright o Chaed Wellian.

La gara con Rieti è stata proprio per questo, quasi sempre nelle mani dei padroni di casa che hanno controllato il match, nonostante ciò, a cavallo tra secondo e terzo quarto il solito “calo” più psicologico che fisico ha rimesso in partita i Reatini poi fortunatamente subito respinti.

“Ho detto ai ragazzi che non possiamo avere questi black-out con squadre più complicate di Rieti – ha detto nel post partita Tedeschi – dobbiamo giocare semplice, di squadra, passarci la palla, prediligere il discorso di squadra più degli egoismi personali. Se eliminiamo questi aspetti negativi possiamo giocarcela con tutti.”

Ora per la Favl due trasferte da brividi, che saranno decisive per l’esito di questa fase, e naturalmente per la posizione dei ragazzi di Tedeschi nel tabellone dei playoff. Due campi, quello di Assisi(Sabato ore 18 e 30) e poi quello di Todi, dai quali Tola e compagni sono usciti sconfitti durante la regular season, ma due incontri dai quali bisognerà trarre bottino pieno se si vuole ambire ad un “posto al sole” in vista della prossima fase ad eliminazione.

A questo proposito lo stesso coach Tedeschi durante la prima seduta di allenamento della settimana ha ricordato ai suoi ragazzi che “La partita di Sabato sicuramente sarà una partita tosta, ciascuno di noi deve essere consapevole dei propri mezzi e tutti dobbiamo remare dalla stessa parte. Se giocheremo di squadra potremo portare via i due punti, se non lo faremo, continueremo a perdere le partite come spesso è successo durante l’anno in particolare nelle gare esterne.”

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email