foto di Simone Cerulli, SutriDiscovery.it "Immagine offerta dal Portale Turistico Territoriale Sutri Discovery"

Non solo le rare opere di maestri come Tiziano, Pulzone, Guttuso, Ligabue, Bacon, presenti nella maestosità di Palazzo Doebbing, rinato a nuova vita con l’apertura del museo omonimo voluta dal sindaco Vittorio Sgarbi, ma anche le eterne note di Bach, ora, riempiono l’identità e le vie dell’Antichissima Città.

Nei giorni scorsi, infatti, le stanze di Villa Savorelli, luogo dell’istituzione, certamente, ma anche dell’arte e dello sviluppo culturale di Sutri, come previsto dall’intesa con la Regione Lazio, si sono trasformate in uno studio di registrazione per accogliere il duo composto da Bruno Tripoli (violino) e Tomas Gavazzi (clavicembalo) – coadiuvati da Dario Fiume ed Emanuele Barilli, in qualità di assistenti audio – intrepreti delle Sonate per Violino e Clavicembalo BWV 1014 – 1019 di Johann Bach.

Il progetto prevede la registrazione di 2 cd pubblicati dall’etichetta Riverrecords di Milano, di Franco Fiume. “Un particolare ringraziamento al Prof.  Vittorio Sgarbi che ha messo a disposizione la location, che è stata di fondamentale ispirazione per gli interpreti”, commenta il violinista Bruno Tripoli, “un ringraziamento altresì ai collaboratori del Professore che da Sutri sono sempre rimasti in contatto con noi. Il nostro staff è entusiasta di questo luogo meraviglioso e dell’accoglienza che ci è stata riservata”.

“Con la nascita della nuova Accademia d’arte di Villa Savorelli, a cui stiamo lavorando da mesi, Sutri diventerà il luogo di incontro per artisti e studenti che potranno confrontarsi, studiare e imparare l’arte della musica e della pittura. Promuovere l’arte e la bellezza partendo dal nostro territorio, favorire il turismo e l’accoglienza di artisti e studenti, è questo uno degli obiettivi fondamentali dell’amministrazione Sgarbi”, dichiara l’Assessore al Turismo e al talento, Claudia Mercuri

Commenta con il tuo account Facebook